Di TCS

Le temperature elevate annunciate in Svizzera per questa settimana provocano rapidamente un aumento della temperatura all’interno delle automobili, questo può essere mortale per persone e animali. Sotto il sole cocente, le temperature all’interno di un veicolo possono salire velocemente fino a 80 gradi. Per questo, il TCS fornisce consigli e astuzie per far fronte alla canicola in auto.

 La temperatura di un’automobile parcheggiata sotto il sole cocente, può salire fino a 50 gradi già dopo pochi minuti e, dopo un’ora, si possono raggiungere addirittura gli 80 gradi. La formazione di calore all’interno dell’auto può essere influenzata dalle oscillazioni della temperatura esterna e dalle mutate condizioni dei raggi solari. La carrozzeria, il cruscotto e i sedili diventano allora talmente caldi che basta toccarne le superfici per scottarsi. La maggior parte delle persone sottovalutano il fatto che, già dopo pochi minuti sotto il sole cocente, l’elevata temperatura all’interno di un’automobile può diventare estremamente pericolosa per persone e animali. Infatti, rimanere all’interno di un veicolo con temperature a partire dai 40 gradi diventa pericoloso. Vari test effettuati dal TCS hanno dimostrato quali provvedimenti possono veramente contribuire a ridurre la temperatura all’interno di un veicolo e che cosa si può fare per ridurre i rischi per la salute. Oltre a ciò, si devono considerare anche alcuni punti per quanto riguarda la manutenzione della vettura.

Consigli del TCS contro la canicola in auto:

Come posso evitare che l’abitacolo della mia auto si surriscaldi?

Vari test del TCS hanno dimostrato che, oltre al fatto di parcheggiare la propria vettura all’ombra, l’impiego di pellicole antisolari può avere un effetto positivo sulle temperature registrate all’interno dell’abitacolo. Così, dopo un’ora di sosta, nelle vetture sprovviste di pellicole di protezione solare si sono misurate sul cruscotto temperature di oltre 77 gradi. La temperatura era invece inferiore ai 40 gradi nelle auto munite di pellicole antisolari. Contrariamente all’opinione diffusa, i test hanno dimostrato che l’influenza del colore della vernice sulla temperatura in auto è veramente minima. È vero che, nei primi 20 minuti, le automobili scure si riscaldano più in fretta di quelle dai colori chiari. Tuttavia, prendendo in considerazione un lasso di tempo più lungo, la temperatura finale si differenzia soltanto di pochi gradi.

È utile lasciare i vetri aperti per minimizzare l’aumento della temperatura?
I vetri leggermente abbassati non hanno l’effetto di raffreddamento desiderato. Durante il test, all’interno del veicolo è stata misurata una differenza di temperatura di appena 2 gradi. I test hanno invece dimostrato che durante gli spostamenti, l’apertura completa dei vetri contribuisce in poco tempo ad un considerevole raffreddamento dell’abitacolo.

Consigli per evitare di mettere in pericolo la salute delle persone e degli animali:

  •  Occorre evitare di restare in un veicolo non raffreddato e parcheggiato sotto il sole. Non si deve lasciare nella vettura un bambino o un animale, nemmeno per una breve sosta.
  •  A partire da una temperatura interna di 45 gradi, in pochi secondi vi è il rischio di bruciature e di lesioni della pelle. Occorre dunque prestare attenzione quando si sale in macchina, quando si toccano i sedili, il volante, la leva del cambio o altre componenti all’ interno dell’abitacolo.
  • Prima di salire a bordo, è necessario arieggiare l’abitacolo.
  • La differenza tra la temperatura di un abitacolo climatizzato e quella esterna dovrebbe essere al massimo di 6 gradi. Una differenza di temperatura maggiore potrebbe danneggiare l’organismo umano e comportare, ad esempio, un raffreddore.

Quali effetti potrebbe avere il calore sul veicolo?
Temperature come quelle che si riscontrano in Svizzera in piena estate non pongono problemi a una vettura di nuova generazione, sempre che la stessa sia in perfette condizioni. Se, per esempio, manca acqua o olio, il motore può surriscaldarsi. È dunque consigliabile in estate controllare frequentemente i livelli dell’olio e del liquido di raffreddamento. Se la spia del motore si accende occorre fermarsi immediatamente e chiamare il servizio di soccorso stradale. In queste condizioni, percorrere qualche chilometro supplementare può bastare ad arrecare danni al motore, ciò può comportare costi elevati.