Nella sua seduta del 27 maggio 2020, il Consiglio federale ha nominato Bernard Maissen nuovo direttore dell’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM). Il 59enne grigionese Maissen è al servizio dell’UFCOM dal 2018. In qualità di vicedirettore attualmente dirige la divisione Media. Tra i suoi futuri compiti vi saranno l’attuazione e l’ulteriore sviluppo della politica svizzera dei media e delle telecomunicazioni. Bernard Maissen assumerà la nuova funzione il 1° luglio 2020.

Bernard Maissen (59 anni) ha compiuto studi di germanistica, storia e giornalismo presso l’università di Friburgo, lavorando in seguito come giornalista e assumendo pure la funzione di caporedattore. Prima di entrare al servizio dell’UFCOM nel 2018, ha ricoperto la carica di caporedattore e membro di direzione dell’Agenzia telegrafica svizzera, ats. Dopo aver assolto una formazione complementare in management, è stato membro della Commissione di programma della Scuola svizzera di giornalismo (MAZ) di Lucerna nonché, dal 2013 al 2018, della Commissione federale dei media (COFEM).

Con Bernard Maissen il Consiglio federale ha nominato una personalità competente, che vanta anche esperienza nella direzione d’impresa. Grazie a profonde conoscenze nel settore dei media e alla sua ampia rete di contatti a livello politico ed economico, presenta tutte le qualità necessarie per affrontare le future sfide dell’UFCOM. Tra i compiti del nuovo direttore vanno annoverati l’attuazione e l’ulteriore sviluppo della politica svizzera in materia di media e telecomunicazione nonché l’applicazione più decisa delle leggi in vigore nel settore.

Romancio di origine, Bernard Maissen assumerà la sua nuova funzione il 1° luglio 2020. Sino a tale data l’UFCOM continuerà a essere diretto ad interim dal direttore supplente Philippe Horisberger. Bernard Maissen subentra a Philipp Metzger che, nel febbraio 2020, è stato nominato segretario generale e CEO della Commissione elettrotecnica internazionale (IEC).