Nelle ultime settimane, i lavori per la bonifica integrale di Disentis/Mustér in corso sulla strada agricola Disla–Madernal (via di comunicazione storica) sono stati oggetto di critiche pubbliche. In occasione di un sopralluogo effettuato dall’Ufficio per l’agricoltura e la geoinformazione insieme al committente nonché ai servizi competenti di Confederazione e Cantone è stato accertato che i lavori vengono eseguiti in conformità al progetto approvato in via definitiva e nel rispetto di tutte le condizioni. I lavori possono quindi essere proseguiti come da programma.

Nel quadro della bonifica integrale di Disentis/Mustér in corso si prevede da un lato di rendere la via di comunicazione storica Disla–Madernal nuovamente sicura per un’utilizzazione agricola. D’altro lato occorre sistemare e curare gli elementi di pregio quali muri a secco e siepi, attualmente esposti al degrado. In questo modo viene conservata l’immagine locale e salvata la sostanza edilizia storica. Di conseguenza, nell’approvazione del progetto del 16 aprile 2018 sono state formulate condizioni dettagliate.

A inizio agosto 2020 diversi privati e varie organizzazioni hanno formulato critiche concernenti i lavori alla strada agricola. Ad esempio, sulla scorta di fotografie si è sostenuto che condizioni obbligatorie contenute nell’approvazione del progetto non verrebbero rispettate e che non verrebbe adottata la cura necessaria a tutela degli elementi della via di comunicazione storica.

I lavori corrispondono al progetto approvato
Nel quadro della funzione di vigilanza sull’esecuzione di lavori di bonifica esercitata dall’Ufficio per l’agricoltura e la geoinformazione (UAG), in accordo con il committente il 5 agosto 2020 si è tenuto un sopralluogo sul cantiere in occasione del quale è stato confermato che il tratto di strada in questione non è finora nemmeno stato oggetto di lavori. I lavori erano fermi per ferie. Il 17 agosto 2020, ancora prima della ripresa dei lavori, è stato effettuato un ulteriore sopralluogo al quale hanno preso parte tutti i servizi competenti a livello cantonale e federale. In tale occasione è stato accertato che i lavori effettuati finora sono stati eseguiti in conformità alla decisione di approvazione e alle condizioni molto dettagliate in essa contenute. La procedura prevista per la conservazione dei muri a secco corrisponde alla decisione di approvazione del progetto. Ad esempio le misure previste vengono seguite da vicino dal Servizio monumenti cantonale, dal responsabile dell’accompagnamento ambientale, dalla direzione del progetto e dall’UAG. Nella realizzazione in loco è coinvolto anche l’Ufficio federale delle strade (USTRA), competente per le vie di comunicazione storiche.

Il committente e le autorità sono assolutamente consapevoli dell’importanza della strada e attuano il progetto con la dovuta cura.

Sulla base di quanto accertato, in accordo con la delegazione di rappresentanti federali e cantonali l’UAG è giunto alla conclusione che non sono necessari dei correttivi e che i lavori possono essere proseguiti secondo i piani e come previsto, in conformità alla decisione di approvazione del progetto e alle condizioni in essa contenute.