Informazioni sulla situazione attuale e le disposizioni in vigore.

Obbligo di mascherina

  • nei locali chiusi accessibili al pubblico (p. es. negozi, centri commerciali, banche, uffici postali, musei ecc.)
  • su tutti i mezzi pubblici (p. es. treni, tram, autobus, funicolari, funivie, battelli) e sugli aerei.
  • sui marciapiedi delle stazioni ferroviarie, alle fermate di tram e autobus o nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti o in altre aree di accesso ai trasporti pubblici, anche se si trovano all’aperto.
  • nelle aree della pubblica amministrazione accessibili al pubblico
  • nelle aree esterne di strutture come per esempio negozi, luoghi per manifestazioni, ristoranti e bar o mercati settimanali e natalizi
  • nelle aree pedonali molto frequentate e in generale nello spazio pubblico, se non può essere mantenuta la distanza necessaria.
  • sul posto di lavoro, a meno che non possa essere rispettata la distanza necessaria (p. es. negli uffici individuali)
  • nelle scuole a partire dal livello secondario I + II (inclusi i settori abitativi delle strutture per l’istruzione scolastica speciale)

Sono esentati dall’uso della mascherina i bambini fino al compimento dei 12 anni, le persone dispensate per motivi medici e gli ospiti di ristoranti e bar quando sono seduti al tavolo.

Manifestazioni

Le manifestazioni pubbliche sono vietate fino al 22 gennaio 2021.

Deroghe:

  • assemblee di enti politici, manifestazioni politiche, raccolta di firme;
  • manifestazioni per la formazione dell’opinione politica con fino a 50 persone;
  • udienze dinanzi ad autorità di conciliazione o giudiziarie;
  • manifestazioni religiose con fino a 50 persone;
  • funerali nella cerchia familiare e degli amici stretti;
  • scuole dell’obbligo e scuole del livello secondario II;
  • manifestazioni nella cerchia familiare o di amici con al massimo 10 persone.

Incontri privati

Manifestazioni, riunioni e attività in luoghi privati a cui partecipano più di 10 persone (bambini inclusi) sono vietate fino al 22 gennaio 2021. Questo vale anche per assembramenti spontanei nei parchi, nelle piazze, sui sentieri eccetera.

Si raccomanda vivamente di limitare gli incontri a due economie domestiche.

Ristoranti, bar e club, discoteche, sale da ballo

Tutte le strutture sono chiuse.

Deroghe:

  • servizi di fornitura pasti e strutture che offrono cibi e bevande da asporto (take-away) dalle ore 6.00 alle 23.00;
  • mense di istituzioni sociali, ospedali, istituti, scuole e mense aziendali dalle ore 6.00 alle 23.00; massimo quattro persone per tavolo con distanza minima di 1.5 metri tra i gruppi di ospiti o con barriere efficaci;
  • strutture della ristorazione riservate esclusivamente agli ospiti dell’albergo; massimo quattro persone per tavolo (fatta eccezione per le famiglie con bambini) con distanza minima di 1.5 metri tra i gruppi di ospiti, dalle ore 6.00 alle 23.00, nella notte di Capodanno eccezionalmente fino alle ore 01.00.

Negozi e mercati

I negozi e mercati devono rimanere chiusi tra le ore 19.00 e le 6.00, la domenica, il 25 e il 26 dicembre e il 1° gennaio.

Deroghe:

  • farmacie
  • panetterie

Strutture sportive, culturali e per il tempo libero

Sono chiusi:

  • cinema, teatri, musei, gallerie (salvo vendita), biblioteche e mediateche;
  • centri sportivi e palestre, palestre di arrampicata, piste di ghiaccio, stadi d’atletica e simili;
  • centri benessere, piscine e bagni pubblici;
  • sale da bowling, club, sale da concerto e simili.

Sono esclusi dal divieto:

  • palestre sportive scolastiche;
  • centri benessere negli alberghi riservati agli ospiti;
  • impianti sportivi all’aperto (campi da ghiaccio, pumptracks e simili), a condizione che si possano osservare le misure di protezione necessarie.

Attività sportive e culturali 

Sono vietati:

  • discipline sportive con contatto fisico (calcio, pallacanestro, hockey, arti marziali ecc.)
  • competizioni (deroghe vedi a seguire)
  • canto all’infuori della cerchia familiare

Sono consentiti:

  • attività sportive e culturali di bambini e giovani di meno di 16 anni (salvo competizioni)
  • per le persone a partire dai 16 anni sono consentite solo le attività sportive e culturali che sono svolte individualmente o in gruppi fino a cinque persone
  • per le persone a partire dai 16 anni sono consentite solo le attività sportive senza contatto fisico e che sono svolte all’aperto indossando la mascherina e mantenendo la distanza obbligatoria;
  • allenamenti e competizioni nell’ambito dello sport di prestazione (quadri nazionali secondo le prescrizioni di Swiss Olympic) fino a un massimo di 15 persone o come squadre agonistiche permanenti; allenamenti e competizioni di squadre appartenenti a una lega con campionati prevalentemente professionistici.

Scuole

Obbligo della mascherina sull’intera area scolastica per tutti;

eccezioni:

  • per gli allievi della scuola dell’infanzia e del grado elementare;
  • per persone che sono comprovatamente esonerate dall’obbligo della mascherina

Raccomandato il telelavoro

Il Consiglio federale ha integrato l’ordinanza COVID-19 situazione particolare con un capoverso sul telelavoro. I datori di lavoro sono tenuti a seguire le relative raccomandazioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica.

Inoltre vale quanto segue:

Informazioni: Uso corretto della mascherina (UFSP)