Il Governo ha licenziato il messaggio relativo alla revisione parziale della legge sull’organizzazione giudiziaria a destinazione del Gran Consiglio. L’obiettivo di tale revisione consiste nel rinforzare temporaneamente i tribunali grigionesi creando la possibilità di eleggere giudici straordinari. Con questa revisione parziale della legge sull’organizzazione giudiziaria la riforma giudiziaria non è conclusa. Essa verrà portata avanti e continuerà ad avere priorità elevata al fine di eliminare ulteriori punti deboli presenti nel sistema giudiziario grigionese.

L’elezione di giudici straordinari deve essere possibile da un lato se a seguito di un pregiudizio alla salute fisica, mentale o psichica oppure per altri motivi un giudice non è in grado di esercitare la carica di giudice presumibilmente per diversi mesi. Dall’altro, i giudici straordinari devono poter essere eletti se altrimenti un tribunale non è più in grado di evadere controversie giuridiche entro un termine ragionevole o se una tale situazione è suscettibile di verificarsi.

Rinforzare i tribunali grigionesi in situazioni eccezionali
In simili situazioni eccezionali, con un aumento del numero di posti di giudice si intende garantire che i tribunali grigionesi siano in grado di adempiere alla funzione giurisdizionale loro attribuita. L’elezione di giudici straordinari serve quindi a garantire che le controversie giuridiche vengano evase entro un termine ragionevole. Essa è perciò necessaria per realizzare questo diritto fondamentale sancito dalla Costituzione.

Con la revisione parziale della legge sull’organizzazione giudiziaria il Governo adempie a un incarico legislativo conferito ad esso dal Gran Consiglio nella sessione di giugno 2019. Gli ulteriori incarichi legislativi del Gran Consiglio concernenti i tribunali cantonali superiori dovranno essere adempiuti il più rapidamente possibile. Attualmente il progetto corrispondente viene elaborato in collaborazione con l’avvocato Daniel Kettiger, Mag. rer. publ., e nel secondo semestre del 2021 verrà posto in consultazione. L’obiettivo di tale progetto è quello di eliminare i punti deboli emersi negli ultimi anni nel settore giudiziario grigionese e di unire il Tribunale cantonale dei Grigioni e il Tribunale amministrativo dei Grigioni in un unico tribunale.

Allegato:
Messaggio