Riveduta l’ordinanza sugli emolumenti e le indennità per la sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (OEm-SCPT) entrerà in vigore il 1° luglio 2020.

Finora, le autorità disponenti ricevevano dal Servizio Sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (SCPT) numerose fatture con piccoli importi per le informazioni sui collegamenti di telecomunicazione (informazioni semplici), il che causava un notevole onere amministrativo per tutti gli interessati. Con l’entrata in vigore dell’ordinanza sugli emolumenti, queste informazioni non saranno più addebitate alle autorità disponenti. Questa revisione parziale, e in particolare la semplificazione dell’attuale regime in materia di emolumenti e indennità, è stata accolta in linea di massima positivamente in sede di consultazione.

La semplificazione del regime in materia di emolumenti e indennità riduce gli introiti del Servizio SCPT. Questo deficit è tuttavia compensato aumentando gli emolumenti per le misure di sorveglianza in tempo reale e di sorveglianza retroattiva. I fornitori di servizi di telecomunicazione (FST) che trattano le informazioni semplici continueranno a ricevere le indennità.

La suddetta semplificazione è stata raccomandata dal gruppo di lavoro Finanziamento STT, istituito dal Consiglio federale e composto da rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni e dei FST.