Al fine di attenuare i casi di rigore economico in relazione al coronavirus il Cantone ha istituito un fondo per casi di rigore dotato complessivamente di 10 milioni di franchi (comunicato stampa del 28.05.2020). In questo modo le piccole imprese con sede nei Grigioni e con una cifra d’affari annua pari al massimo a 2,5 milioni di franchi sulle quali i provvedimenti decisi dalle autorità per combattere il coronavirus hanno inciso in modo particolarmente grave saranno sostenute mediante contributi a fondo perso fino a 30 000 franchi.
Il Governo ha prorogato fino al 31 agosto 2020 il termine per presentare le richieste. Nella loro domanda le imprese devono motivare il perché sarebbero confrontate a un caso di rigore ovvero a una situazione di incidenza particolarmente grave. Alla domanda deve essere allegata la documentazione necessaria.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del Dipartimento dell’economia pubblica e socialità, sul sito web del fondo per casi di rigore nonché nella scheda informativa relativa al fondo per casi di rigore.