Ora anche gli operatori culturali occasionali possono chiedere aiuti finanziari per perdite di guadagno dovute al coronavirus. A seguito delle modifiche apportate dalla Confederazione all’ordinanza COVID-19 cultura, il Cantone dei Grigioni ha deciso di riprendere la prevista estensione della cerchia degli aventi diritto. Anche per l’indennità per perdita di guadagno per operatori culturali occasionali è previsto che il sostegno venga finanziato in ragione della metà ciascuno da Confederazione e Cantone.

Il 31 marzo 2021 il Consiglio federale ha adeguato l’ordinanza COVID-19 cultura. In tale occasione è stata introdotta per la prima volta la possibilità di chiedere indennità per perdita di guadagno per gli operatori culturali occasionali. Si tratta di aiuti finanziari non rimborsabili. Finora tale tipo di sostegno non veniva erogato agli operatori culturali occasionali.

Gli aiuti finanziari vengono erogati sotto forma di indennità per perdita di guadagno per i danni economici insorti tra il 1° novembre 2020 e il 31 dicembre 2021 e legati all’annullamento, al rinvio o alle limitazioni nello svolgimento di manifestazioni e progetti o dovuti a limitazioni dell’attività a seguito dell’attuazione di provvedimenti statali.

Gli aiuti finanziari vengono erogati sotto forma di indennità per perdita di guadagno per i danni economici insorti tra il 1° novembre 2020 e il 31 dicembre 2021 e legati all’annullamento, al rinvio o alle limitazioni nello svolgimento di manifestazioni e progetti o dovuti a limitazioni dell’attività a seguito dell’attuazione di provvedimenti statali.

L’evasione delle domande rimane di competenza dei Cantoni. Per la presentazione delle domande occorre osservare assolutamente i termini indicati nei promemoria.

Informazioni aggiornate nonché i moduli di domanda sono disponibili sul sito web www.kfg.gr.ch alla voce “Coronavirus COVID-19”.