Intense nevicate stanno interessando la Svizzera nordalpina e le Alpi. Fino a domani sera lungo il pendio nordalpino, nel Giura e in Vallese sono attesi ulteriori 50 – 110 cm di neve fresca. La neve è scesa anche in pianura e sull’Altopiano centro-orientale cadranno da 20 a 40 cm. Le allerte per questo evento di maltempo sono state innalzate al livello 4.

Solamente ieri vi parlavamo della situazione molto dinamica che il nostro Paese si apprestava a vivere dal punto di vista meteorologico e delle relative allerte maltempo emesse dalla Confederazione per nevicate abbondanti e forti venti.

E oggi basta dare uno sguardo veloce ai principali portali d’informazione per rendersi conto delle conseguenze che l’annunciato maltempo sta provocando nel nostro Paese: incidenti, strade chiuse, interruzioni ferroviarie, valanghe, regioni isolate. Una situazione difficile da immaginare per chi si trova a sud delle Alpi, dove il sole la fa da padrone con temperature massime sui 14 °C.

Ma torniamo alla meteo: all’interno di una forte corrente nordoccidentale in quota, nella notte su giovedì un fronte caldo ha raggiunto il nord delle Alpi. Giovedì mattina negli strati più bassi dell’atmosfera è affluita aria più fredda da nordest e di conseguenza sull’Altopiano il limite delle nevicate è calato fino a basse quote. Nelle ultime 48 ore fra l’Oberland bernese e le Prealpi centro-orientali sono caduti da 20 a 40 cm di neve fresca, nelle Alpi fra l’Alto Vallese e la Prettigovia da 50 a 80 cm, sul pendio nordalpino occidentale e nel Giura da 20 a 40 cm.

In montagna le nevicate sono state accompagnate da forti venti, che oltre i 2000 metri hanno raggiunto i 120 – 150 km/h.

Fra giovedì mattina e venerdì sera la forte corrente nordoccidentale causerà ancora forti nevicate soprattutto tra l’Oberland bernese e il pendio nordalpino centro-orientale. Entro venerdì sera fra l’Oberland bernese e le Alpi centrali al di sopra dei 1000 metri sono attesi da 50 a 110 cm di neve fresca. Nelle regioni limitrofe tra le Alpi glaronesi e il nord della Prettigovia cadranno da 20 a 40 cm fino a basse quote, al di sopra degli 800 metri da 40 a 60 cm. Poichè questi quantitativi di neve fresca cadranno in sole 12 ore, per queste regioni il livello d’allerta è stato innalzato giovedì dal 3 al 4.

Entro venerdì sera nelle altre regioni del versante nordalpino allertate con il livello 3 sono attesi al di sopra dei 1000 metri da 20 a 50 cm, a est della regione del Gottardo al di sopra dei 600 metri fino a 30-60 cm, in Vallese e nel Giura sopra 800 – 1200 metri da 20 a 50 cm. Le nevicate insisteranno anche sull’Altopiano centrale e settentrionale, dove sono attesi 15 – 30 cm di neve fresca.

Il versante sudalpino ha invece vissuto una giornata abbastanza soleggiata grazie al favonio, con temperature che hanno raggiunto i 14 °C. Il vento è risultato particolarmente forte in Val Poschiavo, dove la raffica massima ha toccato i 105 km/h. Spinte dal forte vento, le precipitazioni si sono comunque spinte a sud della cresta alpina principale interessando anche l’Alto Ticino e spingendosi a tratti fin sul Ticino centrale.

A partire da venerdì mattina la corrente in quota perderà gradualmente d’intensità e aria via via più secca raggiungerà le Alpi, causando un’attenuazione delle nevicate.

Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera