La Confederazione ha deciso di apportare novità al programma per casi di rigore con effetto al 1° aprile 2021. Essa ha aumentato a un milione di franchi il limite di contributo. Inoltre, ora anche le imprese costituite tra il 1° marzo e il 30 settembre 2020 hanno diritto di presentare domanda di aiuti per casi di rigore. Per le imprese con una cifra d’affari annua superiore a cinque milioni di franchi la Confederazione ha stabilito regole uniformi a livello nazionale.

Il Cantone ha adeguato la sua esecuzione dei provvedimenti per casi di rigore alle novità della Confederazione. A partire dal 1° aprile, per le imprese con una cifra d’affari annua fino a cinque milioni di franchi il limite dei contributi per casi di rigore è stato aumentato ad al massimo un milione di franchi. Inoltre la Confederazione ha proceduto a modifiche per due tipi di imprese: per le imprese costituite tra il 1° marzo 2020 e il 30 settembre 2020 e per le imprese che conseguono una cifra d’affari annua superiore a cinque milioni di franchi.

Imprese costituite tra il 1 marzo e il 30 settembre 2020
Le imprese costituite tra il 1° marzo 2020 e il 30 settembre 2020 possono presentare una domanda a partire da subito. Le imprese che hanno già presentato una domanda e che hanno ricevuto una risposta negativa non devono presentarne una nuova. Le domande saranno riesaminate d’ufficio.

Le imprese che hanno già presentato una domanda e che hanno ricevuto una risposta negativa non devono presentarne una nuova. Le domande saranno riesaminate d’ufficio.

Imprese con una cifra d’affari annua superiore a 5 milioni di franchi
Per le imprese con una cifra d’affari annua media superiore a cinque milioni di franchi valgono le regole della Confederazione, uniformi a livello nazionale. Per queste vale un limite di contributo di cinque milioni di franchi e del 20 per cento della cifra d’affari dell’anno precedente. Per cali della cifra d’affari superiori al 70 per cento vale un limite di dieci milioni di franchi e del 30 per cento.

Vale inoltre una “partecipazione condizionata agli utili”. I contributi erogati a partire dal 1° aprile 2021 dovranno essere rimborsati al Cantone in misura dell’utile annuo imponibile 2021. Si tiene conto delle perdite del 2020. Le imprese con una cifra d’affari superiore a cinque milioni di franchi non devono presentare una nuova domanda, se ne hanno presentata già una.

Riaperture del 19 aprile 2021: gli aiuti per casi di rigore vengono mantenuti
Gli aiuti per casi di rigore vengono mantenuti anche dopo le riaperture del 19 aprile 2021. Ciò vale in particolare per gli esercizi di ristorazione, dato che non sono ancora integralmente aperti. In una prima fase il Cantone dei Grigioni indennizzerà le imprese per i cali della cifra d’affari subiti dall’inizio della pandemia a metà marzo 2020 fino al mese di marzo 2021 compreso. In merito ai contributi concernenti cali della cifra d’affari a partire dal 1° aprile 2021 e nei mesi successivi si informerà in un secondo momento.

Le informazioni complete concernenti gli aiuti per casi di rigore sono disponibili sul sito web del Dipartimento dell’economia pubblica e socialità.