Le temperature altissime hanno causato centinaia di morti soprattutto nella Columbia britannica ed è già massimo l’allarme sul caldo mai registrato prima, l’ufficio del medico legale ha segnalato che i decessi sono stati 719 la scorsa settimana. Il caldo sta favorendo anche la diffusione degli incendi boschivi, sono innumerevoli i roghi che hanno costretto il governo federale a inviare gli aerei militari per aiutare i soccorritori nella Columbia Britannica. Un’ondata di calore senza precedenti, le estreme condizioni meteorologiche sono considerate un fattore determinante nell’aumento dei morti e che la cifra è destinata a crescere.