Nei Grigioni le agevolazioni con test ripetuti per i contatti adulti di persone risultate positive al coronavirus (casi indice) vengono estese. Tale misura viene introdotta a seguito delle ottime esperienze raccolte con i test nelle aziende, dove questo modo di procedere viene applicato con successo già da tempo.

Dalla scorsa primavera, nei Grigioni i contatti che non vivono nella stessa economia domestica possono scegliere di sottoporsi a test ripetuti nel quadro dei «test nelle aziende dei Grigioni» anziché mettersi in quarantena. In tale contesto è risultato che questo modo di procedere non comporta una maggiore incidenza della COVID-19. Gli interessati sono consapevoli della propria responsabilità e si attengono rigorosamente ai provvedimenti. Si è perciò deciso di estendere questo modo di procedere

A partire da subito, i contatti adulti che non vivono nella stessa economia domestica del caso indice (persona testata positiva) possono beneficiare di un’agevolazione in relazione alla quarantena: per sette giorni a contare dall’ultimo contatto con il caso indice, devono sottoporsi ogni due giorni a un test PCR o a un test antigenico rapido. Inoltre devono indossare una mascherina in caso di contatti con altre persone e ridurre al minimo gli incontri. I test regolari devono avvenire presso il medico di famiglia, in farmacia o in un centro di test. Per via della minore affidabilità, i test autodiagnostici non permettono di accedere alla quarantena agevolata.

I test regolari devono avvenire presso il medico di famiglia, in farmacia o in un centro di test.

Agevolazioni in relazione alla quarantena per i contatti grazie a test e mascherina
In presenza di questi presupposti, i contatti adulti del caso indice che non vivono nella stessa economia domestica possono ora anche continuare a lavorare. Una persona è considerata contatto se ha trascorso cumulativamente oltre 15 minuti in al giorno senza protezione idonea (mascherina / barriera) a meno di 1,5 metri da un caso indice.

I contatti vengono informati dal contact tracing oppure dal caso indice. Per contenere la pandemia è fondamentale che tutti i contatti prossimi vengano informati e invitati a sottoporsi a test ripetuti. Un unico test negativo non esclude un contagio. Solo test ripetuti per un periodo di sette giorni danno sicurezza senza ricorrere alla misura incisiva rappresentata da una quarantena.

Testare molte persone è un metodo che permette di interrompere in modo efficace le catene di contagio. Inoltre le conseguenze economiche sono sensibilmente inferiori a quelle di una quarantena. I contatti che vivono nella stessa economia domestica devono continuare a mettersi in quarantena. Le persone risultate positive al coronavirus devono tuttora rimanere 10 giorni in isolamento.

È necessaria la collaborazione di tutti
La diffusione del virus può essere contenuta soltanto con la collaborazione di tutti. Il passo verso una maggiore responsabilità individuale rappresenta un passo verso il ritorno alla normalità.