A partire da subito tutti gli adolescenti dai 12 anni in su possono annunciarsi per la vaccinazione contro il coronavirus. La vaccinazione è raccomandata a tutti gli adolescenti tra i 12 e i 15 anni che desiderano farsi vaccinare e proteggersi in tal modo da un contagio. Inoltre l’Ufficio dell’igiene pubblica ha lanciato una campagna di comunicazione cantonale finalizzata a motivare il maggior numero possibile di persone nel Cantone dei Grigioni a farsi vaccinare.

Le esperienze maturate in relazione alla pandemia di COVID-19 hanno mostrato che per i bambini e gli adolescenti il rischio di ammalarsi gravemente di COVID-19 è basso. La maggior parte dei contagiati presenta un decorso asintomatico o lieve. Ciononostante anche i giovani devono avere la possibilità di proteggersi con una vaccinazione.

Finora in Svizzera unicamente il vaccino anti-COVID-19 di Pfizer/BioNTech risulta omologato per gli adolescenti dai 12 anni in su. Attualmente questo vaccino viene somministrato solo presso il centro di vaccinazione nella Stadthalle di Coira.

La vaccinazione è raccomandata in particolare agli adolescenti la cui salute è già fortemente pregiudicata a seguito di una malattia cronica e che desiderano evitare possibilmente ogni infezione aggiuntiva. La vaccinazione è inoltre raccomandata a tutti coloro che convivono con una persona immunodepressa. Finora in Svizzera unicamente il vaccino anti-COVID-19 di Pfizer/BioNTech risulta omologato per gli adolescenti dai 12 anni in su. Attualmente questo vaccino viene somministrato solo presso il centro di vaccinazione nella Stadthalle di Coira. Per questa ragione, a seconda del numero di annunci, sono previste giornate di vaccinazione speciali nelle regioni per gli adolescenti a partire dai 12 anni. In questo modo è possibile garantire che i pediatri siano presenti per dei colloqui di consulenza. L’annuncio viene effettuato tramite il sito web del Cantone www.gr.ch/impfung.

In futuro gli appuntamenti per le vaccinazioni saranno aperti anche a persone provenienti da fuori Cantone
In futuro nei Grigioni la vaccinazione anti-COVID-19 sarà aperta a tutti gli abitanti della Svizzera. Saranno ammessi cittadini svizzeri nonché persone in possesso dei permessi L, B e C. Le persone che lavorano nella regione da meno di tre mesi devono esibire una conferma di lavoro al momento dell’appuntamento per la vaccinazione. Le persone in possesso di un permesso G (frontalieri) non sono ammesse alla vaccinazione nei Grigioni; dovrebbero farsi vaccinare nel loro Paese di origine. Un’eccezione è costituita dai frontalieri che lavorano quale personale sanitario; questi possono farsi vaccinare in Svizzera. Su richiesta, le persone completamente vaccinate ricevono il certificato COVID della Confederazione. L’efficacia del vaccino e con essa la validità del certificato sono state prorogate da sei a 12 mesi a contare dall’ultima vaccinazione. Inoltre le persone guarite possono ora farsi vaccinare già prima. Una vaccinazione è ora possibile già quattro settimane dopo un contagio da coronavirus confermato. Per queste persone è sufficiente una dose di vaccino.

Rimane possibile annunciarsi per una vaccinazione contro il coronavirus tramite il sito web www.gr.ch/impfung.