Il Governo ha deciso di partecipare al programma federale di sostegno alle start up le quali a seguito dei provvedimenti adottati per combattere la pandemia di COVID-19 si trovano in una situazione di necessità finanziaria. Le start up promettenti confrontate a problemi di liquidità a seguito del coronavirus verranno sostenute con fideiussioni. Sono considerate start up le società iscritte nel registro di commercio dopo il 1°gennaio 2010, ma prima del 1°marzo 2020. Il sostegno è limitato alle società attive nei settori della scienza e della tecnologia.

La fideiussione sarà concessa in misura del sessantacinque per cento dalla Confederazione e del 35 per cento dal Cantone. In questo modo Confederazione e Cantone garantiscono insieme il centro per cento di un importo pari al massimo a un milione di franchi per start up. I crediti dovranno essere rimborsati entro dieci anni, entro 15 anni in caso di difficoltà di ammortamento. Il volume complessivo delle fideiussioni a favore di start up garantito da Confederazione e Cantoni non può superare i 154 milioni di franchi a livello nazionale. Per il Cantone dei Grigioni il Governo ha deciso di accordare fideiussioni a favore di start up per al massimo tre milioni di franchi complessivi. A partire da subito, le start up possono presentare una richiesta di fideiussione sul sito internet della Confederazione