Il Governo ha garantito alla fondazione Kirchendecke Zillis un contributo per il piano di conservazione 2021–2023 della chiesa evangelica di S. Martino a Zillis. Confederazione e Cantone partecipano con circa 58 400 franchi ciascuno al finanziamento del piano di conservazione. I costi complessivi ammontano a circa 305 000 franchi.

Il soffitto romanico della chiesa evangelica di S. Martino a Zillis è il più antico soffitto in tavole in legno dipinte quasi integralmente conservato dell’arte occidentale. Il soffitto dipinto risale al 1114 ed è composto in totale da 153 tavole singole dipinte e incorniciate da motivi. Un restauro completo ha avuto luogo negli anni 1939–1940. Negli anni 1971–1972, 1994 e 2003–2004 il soffitto è stato messo in sicurezza. Dal 2009 viene seguito un piano di conservazione triennale. L’obiettivo è che i restauratori possano individuare precocemente i processi di danneggiamento dei pannelli e dei dipinti. Il controllo e il monitoraggio di questo bene culturale unico sono assolutamente necessari.