Oscar Wilde diceva che “la musica è l’arte che è più vicina alle lacrime e alla memoria”, ma la musica è una risorsa che si può utilizzare non solo per risvegliare i sentimenti, bensì anche per favorire l’apprendimento.

Quale sentimento in noi da non dimenticare mai? La fede attraverso la voce di dio, colei che rappresentata nell’insieme Sacro denominato amore, pace, unione, fratellanza, solidarietà. Questa e’ l’espressione percepita davanti l’artista che fa vibrare l’anima in ogni uno di noi, il mezzo che ci fa viaggiare nel tempo riscoprendo e risvegliando noi stessi con un senso di pace e di amore, come una guarigione che scende lentamente dentro noi stessi, abbracciandoci e donandoci brividi e attimi di estrema riflessione e pace.

Il potere della musica secondo Oliver Sacks, il celeberrimo neurologo esplora l’influenza benefica del ritmo e della melodia sulla mente e perfino su alcune patologie, la musica è estremamente importante. Un cantautore argentino, León Gieco, dice che “la musica è una cosa ampia, senza limiti, senza frontiere, senza bandiere”, secondo i dati pubblicati da Krumhansl & Zupnick, ascoltare canzoni trasporta nel tempo in maniera istantanea, senza fraintendere tali parole che evocano chiaramente il passato in ogni uno di noi, partendo dall’adolescenza. Sempre secondo Krumhansl la musica trasmessa di generazione in generazione dà forma ai nostri ricordi autobiografici, risposte emotive, un fenomeno che chiamiamo colpi di reminiscenza. 

Facendo riferimento all’intervista condotta dalla nostra redazione sula TRIBUNA MEDIATICA di oltreconfine pensiamo che Giuseppe Raphael Bossio, il tenore lirico quale ha dedicato le composizioni “Totus Tuus” e “Ave Maria” al Beato Giovanni Paolo II sia la voce di Dio, il canto Sacro che richiama l’amore universale, colui che riesce con le sue parole e i suoi toni ad esprimersi in vibrazioni di riflessione, sentimento e gioia, evocando quindi in noi tutto l’essere che ci circonda, non escludendo che quest’uomo riesce ad essere un veicolo unico di emozioni atte a migliorare i nostri giorni.

Vogliamo quindi oggi, porre alla vostra attenzione un brano dall’espressione Sacra, denominato Ave Maria, dedicato al Beato Giovanni Paolo II.

Lasciandovi trasportare dalle note, vi auguriamo un Buon ascolto…