Dal 4 all’8 luglio il consigliere federale Ignazio Cassis si recherà in visita ufficiale nei Paesi baltici, precisamente in Lettonia, Estonia e Lituania. Il 7 e l’8 luglio 2021 parteciperà inoltre alla conferenza sulla riforma ucraina che si terrà a Vilnius. I colloqui bilaterali saranno incentrati sulla politica europea, sul buon funzionamento della cooperazione e sulle attuali sfide internazionali. Durante la conferenza a Vilnius l’obiettivo principale sarà stringere contatti chiave e condividere le esperienze in vista dell’imminente presidenza della Svizzera nel 2022.

Il viaggio coincide con il doppio anniversario che cade nel 2021 e marca le relazioni tra la Svizzera e i tre Stati baltici. Cento anni fa la Svizzera riconosceva l’indipendenza dell’Estonia, della Lettonia e della Lituania e 30 anni fa, dopo il crollo dell’Unione Sovietica, riprendevano le relazioni bilaterali con tutti e tre gli Stati. Nei suoi colloqui, il consigliere federale Cassis chiarirà che la Svizzera rimane un partner affidabile e impegnato dell’UE anche senza un accordo istituzionale. Il secondo obiettivo principale del viaggio è la partecipazione alla conferenza sulla riforma ucraina del 2021 a Vilnius. L’edizione di quest’anno è particolarmente significativa per la Svizzera, poiché al termine della conferenza, ovvero l’8 luglio 2021, la presidenza passerà ufficialmente dalla Lituania alla Svizzera, che nel 2022 co-ospiterà la prossima edizione a Lugano, in collaborazione con l’Ucraina.

Incontri bilaterali in tre Paesi
Il consigliere federale Ignazio Cassis si recherà prima a Riga, a inizio luglio, dove sarà ricevuto in visita ufficiale e incontrerà il ministro degli esteri lettone Edgars Rinkēvičs, il presidente Egils Levits e la presidente del Parlamento Ināra Mūrniece. In occasione del doppio anniversario, l’Ambasciata di Svizzera a Riga – insieme al Riga-Jurmala Festival – organizzerà una conferenza virtuale sul tema della digitalizzazione nella cultura («Digital Transformation in Culture») all’inizio della quale il consigliere federale Cassis darà il benvenuto ai e alle partecipanti.

A Tallinn i colloqui si focalizzeranno sulla digitalizzazione e sulla cyberdiplomazia. Il consigliere federale Ignazio Cassis si confronterà con i suoi omologhi estoni sulle sfide attuali in questo settore e farà riferimento alle priorità della Svizzera definite nella Strategia politica estera digitale 2021–2024. Visiterà anche il Centro di eccellenza della NATO per la difesa cibernetica e il e-Estonia Briefing Centre. In programma ci sono anche colloqui con la ministra degli esteri Eva-Maria Liimets e il presidente del Parlamento Jüri Ratas.

Il consigliere federale Cassis si recherà infine a Vilnius, dove incontrerà il suo omologo lituano Gabrielius Landsbergis e nel quadro delle celebrazioni del doppio anniversario visiterà una mostra dedicata ai manifesti elettorali svizzeri.

Conferenza sulla riforma ucraina
Il momento culminante della visita a Vilnius sarà la partecipazione alla conferenza sulla riforma ucraina, un evento ad alto livello che dal 2017 si svolge ogni anno in un Paese diverso. L’obiettivo della conferenza è sostenere il processo di riforma in Ucraina e formulare raccomandazioni su come agire. Nel 2022 la conferenza sarà ospitata dalla Svizzera, che da lungo tempo s’impegna con notevoli mezzi per aiutare l’Ucraina. Dal 1999 il nostro Paese utilizza tutti gli strumenti a sua disposizione nel quadro della cooperazione internazionale per sostenere le riforme in Ucraina, in particolare attraverso l’aiuto umanitario, la cooperazione allo sviluppo e la promozione della pace. Alla conferenza di quest’anno in Lituania, il consigliere federale Cassis terrà vari colloqui bilaterali, anche con rappresentanti del Governo ucraino. La conferenza 2022 a Lugano sarà preceduta da diversi eventi preparatori.

La consigliera nazionale Corina Gredig (membro della Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale) e la consigliera nazionale Lilian Studer (membro della Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura del Consiglio nazionale) accompagneranno il consigliere federale Cassis nel suo viaggio nei Paesi baltici.