Altro

    Impiego alle frontiere per la Polizia cantonale dei Grigioni

    Si protrae ormai da due mesi l’impiego di appoggio della Polizia cantonale dei Grigioni a favore dell’Amministrazione federale delle dogane alle frontiere nazionali. Gli interventi, che si svolgono   sull’arco delle 24 ore, sono finalizzati a controllare il traffico in entrata in Svizzera. La sicurezza alle frontiere è fondamentale per le valli grigionesi e per tutto il Cantone.

    Il 13 marzo scorso in concomitanza con il lockdown, l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) ha richiesto assistenza per i controlli al confine con l’Italia. Agenti di polizia della regione Grigioni Centrali hanno coadiuvato i colleghi della regione Engiadina alla frontiera, per un totale di 200 giornate lavorative. I controlli del traffico in entrata in Svizzera sono stati eseguiti ai valichi di Castasegna, Campocologno, Müstair e Martina e hanno visto impegnati agenti di polizia e funzionari delle dogane sull’arco delle 24 ore. La presenza nelle vallate sud ha subito un incremento durante la crisi dettata dal coronavirus.

    “Abbiamo dovuto respingere delle persone e farle rientrare in Italia”

    Marc Obrist, di stanza presso il posto di polizia di Tiefencastel, è uno degli agenti del distaccamento della Polizia che ha ricevuto l’ordine di impiego “Frontiera / Regione di Polizia est”. Il 34.enne assieme al suo cane d’utilità Akira, un bloodhound in fase di formazione, è stato in servizio tre volte al valico di Castasegna. Nonostante la sveglia suonasse molto presto e già alle due di notte si metteva in viaggio, Obrist è sempre stato contento di prestare il suo turno di otto ore alla frontiera. “Chiaro, ci sono state alcune facce deluse. Ad esempio quando abbiamo dovuto respingere delle persone provenienti dall’Italia che volevano far visita ad amici nei Grigioni”, ricorda Obrist. “Ad ogni buon conto, abbiamo esposto la situazione e le persone hanno compreso il senso della misura e accettato la nostra decisione.”

    Assistenza amministrativa
    A esplicita richiesta dell’Amministrazione federale delle dogane, la Polizia cantonale dei Grigioni coadiuva in via di assistenza amministrativa l’ente richiedente. Gli agenti di polizia coadiuvano pure, su richiesta, i Comuni grigionesi nel loro compito di controllare e fornire consulenza alle aziende o alle scuole in merito ai piani di protezione. Le competenze per l’attuazione dell’Ordinanza 2 COVID-19 sono delegate nella città di Coira alla Polizia municipale e nel comune di St. Moritz a quella comunale.

    Social

    COVID - ALL COUNTRIES
    652,460,074
    Total confirmed cases
    Updated on 9 December 2022 18:53
    Italy
    24,488,080
    Total confirmed cases
    Updated on 9 December 2022 18:53
    Spain
    13,614,807
    Total confirmed cases
    Updated on 9 December 2022 18:53
    Switzerland
    4,335,513
    Total confirmed cases
    Updated on 9 December 2022 18:53
    Germany
    36,726,061
    Total confirmed cases
    Updated on 9 December 2022 18:53

    Mesolcina in evidenza

    - Pubblicità -

    Altri articoli

    Taxi Bellinzona Malpensa – Servizi di trasporto aeroportuale su misura per tutte le esigenze

    I servizi che collegano le città con gli aeroporti devono essere gestiti con la...

    Taxi città Bellinzona – Professionalità e competenza al servizio dei passeggeri

    L'offerta nel settore dei taxi è molto ricca e variegata ma in questo ambito...

    Il Disco Club Ermellino riapre i battenti per un weekend di “preparazione” alla stagione invernale 2023

    dal 08.12.2022 al 10.12.2022 alle 22:30Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato. Ogni serata dalle 22:30 fino a...

    Coira: la stufa accende il fuoco della cucina

    Giovedì notte è scoppiato un incendio in cucina in un condominio a Coira. Un totale...
    FrenchGermanItalian