Il Governo ha preso atto del piano direttore energetico del Comune di Landquart del 23 settembre 2020. Nella pianificazione energetica comunale il Comune analizza il proprio approvvigionamento energetico e sfrutta le sue competenze decisionali per utilizzare maggiormente il calore residuo locale e le energie rinnovabili sul territorio comunale. La pianificazione energetica attribuisce le priorità dell’approvvigionamento di calore alle singole aree e formula misure di attuazione di supporto del Comune. In questo modo vengono creati i presupposti per utilizzare in modo ottimale il calore residuo disponibile e le energie rinnovabili. Ciò permette di evitare inutili doppioni nell’approvvigionamento mediante energie trasportate in condotta.

Mediante la pianificazione energetica, il Comune di Landquart persegue inoltre obiettivi concreti di politica energetica. È previsto che entro il 2050 l’approvvigionamento energetico (inclusi elettricità, calore, freddo, mobilità propria del Comune ed energia per i processi) sul territorio comunale sia garantito in misura del 100per cento con fonti rinnovabili. Entro lo stesso quadro temporale il Comune mira a ridurre a 2000watt di potenza continua il fabbisogno energetico per abitante. Allo stesso modo, entro il 2050 per la copertura dell’intero fabbisogno energetico non dovranno più essere emessi gas a effetto serra.

Già nel 2009 il Comune di Landquart era stato il primo comune del Cantone dei Grigioni a decidere un piano direttore energetico. Da allora alcune cose sono cambiate nella politica climatica, nell’approvvigionamento energetico di Landquart e nella tecnologia. Il nuovo piano direttore energetico 2020 del Comune di Landquart risponde a questa situazione mutata e pone la base per un approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili e post-fossile.

Piano direttore energetico di Landquart