C’è una perdita di gas all’origine dell’incendio avvenuto a 140 metri dalla piattaforma Ku-Charly a sud del Golfo del Messico. Un temporale all’origine dell’incendio, cosi’ si evince dalle prime indagini, la Petroleos Mexicanos è ricorsa all’aiuto di imbarcazioni specializzate per il controllo degli incendi nel mare che hanno gestito le fiamme con getti d’acqua e azoto dall’alto. Una fonte anonima all’interno di Pemex ha dichiarato ai media che tutto è cominciato con un temporale che ha danneggiato i macchinari per la gestione della piattaforma.