Dal 4 gennaio 2021 sono in corso le vaccinazioni nelle case per anziani e di cura. Il Cantone trae un bilancio positivo. Finora la prima dose del vaccino è stata somministrata a 4035 persone. Dopo che oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica ha pubblicato per la prima volta le cifre relative allo stato attuale delle vaccinazioni in Svizzera, a partire dalla prossima settimana anche il Cantone presenterà le cifre attuali.

Oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha pubblicato le cifre relative allo stato attuale delle vaccinazioni contro il coronavirus. A seguito del ritardo di comunicazione di singoli Cantoni e del numero di servizi coinvolti nella logistica, le cifre riportate dall’UFSP divergono da quelle aggiornate del Cantone. Pertanto a partire dalla prossima settimana il Cantone dei Grigioni pubblicherà costantemente le proprie cifre sul sito web www.gr.ch/coronavirus. L’UFSP è confrontato alla sfida di consegnare rapidamente le dosi di vaccino garantite e a garantire un’equa distribuzione dei vaccini disponibili tra i Cantoni.

Una gestione corretta assicura statistiche corrette
Il Cantone dei Grigioni si attiene a quanto prescritto dai produttori dei due vaccini finora omologati e dall’UFSP. A ogni persona devono essere somministrate due dosi di vaccino dello stesso produttore a distanza di tre – quattro settimane, quindi due dosi del vaccino di Pfizer/BioNTech o due dosi del vaccino di Moderna. Ciò significa che metà delle dosi consegnate deve essere “riservata” per la seconda vaccinazione e non può essere somministrata direttamente. L’UFSP ha suddiviso per gruppi di rischio le persone che devono essere vaccinate per prime. Inoltre i minori di 16 anni non vengono vaccinati. Di conseguenza nei Grigioni è previsto che circa 171 000 persone si faranno vaccinare su base volontaria. Attualmente la situazione nei Grigioni è la seguente (stato 21 gennaio 2021, ore 17.30).

Dosi assicurate e / o fornite dall’UFSP:

Finora sono state somministrate in totale 4035 dosi (tutte prime dosi, quindi 8070 dosi riservate in totale), le vaccinazioni sono già state effettuate in 50 case per anziani e di cura su 52; quindi fino al 21 gennaio 2021 è stato vaccinato il 2,35 per cento della popolazione grigionese che si suppone desideri vaccinarsi. Più della metà delle dosi è stata somministrata o riservata per la vaccinazione. Tutte le dosi di vaccino fornite finora sono già assegnate (prima o seconda dose).

Finora sono state somministrate in totale 4035 dosi (tutte prime dosi, quindi 8070 dosi riservate in totale). Le vaccinazioni sono già state effettuate in 50 case per anziani e di cura su 52. Tutte le dosi di vaccino fornite finora sono già assegnate (prima o seconda dose).

Non complicare ulteriormente la complessa logistica dei Grigioni
Già a causa della situazione geografica, la vaccinazione a tappeto nei Grigioni è molto più complessa rispetto ad altri Cantoni. Il Cantone tratta allo stesso modo tutte le regioni e mette a disposizione le dosi di vaccino disponibili in tutte le regioni in rapporto alla popolazione. La campagna di vaccinazione nei Grigioni è iniziata con successo il 4 gennaio 2021. Tuttavia le informazioni in costante mutamento dell’UFSP in merito alle forniture attese da parte del produttore Pfizer/BioNTech rappresentano un problema. Ciò rende ancora più difficile la pianificazione. Pertanto il Cantone si attende che l’UFSP non penalizzi in modo arbitrario i Cantoni che hanno pianificato in modo previdente e anticipato le difficoltà legate alle forniture e che hanno dato maggiore peso alla sicurezza delle persone da vaccinare che alla rapidità. L’UFSP e la Confederazione devono accettare che i Cantoni, nei limiti delle rispettive competenze, attuino le vaccinazioni in modo adeguato alle circostanze. L’UFSP non organizza la campagna di vaccinazione dei Cantoni. Tuttavia esso deve garantire una chiave di ripartizione basata sulle cifre della popolazione, affinché i Cantoni dispongano di sicurezza di pianificazione.

La grande disponibilità dimostrata a farsi vaccinare richiede pazienza da parte della popolazione
Attualmente le persone che si sono annunciate sono molte di più rispetto alle dosi di vaccino disponibili. A seguito della disponibilità limitata del vaccino, gli appuntamenti all’interno dei vari gruppi target vengono assegnati su base continua. Il Cantone ringrazia la popolazione per il sostegno e la pazienza necessarie, finché tutte le persone che lo desiderano saranno state vaccinate.

Ufficio dell’igiene pubblica