Ma ci siamo vicini! Malgrado temperature massime che raggiungeranno i 30 gradi non supereremo le soglie per un avviso di canicola.

La nuova soglia per emanare un’allerta di canicola, che da quest’anno parte dal grado 2 e anche solo per un giorno di durata, si basa esclusivamente sulla temperatura media giornaliera.

Nei prossimi giorni ecco quanto ci propone oggi il sistema automatico di sorveglianza:

Per poter emanare un’allerta di canicola di grado 2 o 3 si devono superare i 25 gradi di temperatura media giornaliera, fra i due livelli di allerta è invece la durata a fare la differenza. Fino a due giorni per il grado 2 e a partire da 3 giorni per il grado 3. Per il grado 4 bisogna invece superare i 27 gradi di temperatura media per una durata di almeno 3 giorni.

Come si nota dalla tabella sopra nei prossimi giorni ci avvicineremo alla soglia di canicola 2, ma attualmente solo Lugano la raggiungerà, e non verrà superata dalle altre regioni di pianura. E dopo il picco di lunedì le temperature si stempreranno leggermente.

Niente canicola quindi ma il caldo quello sarà presente e, visto che l’umidità è destinata ad aumentare, la sensazione di afa non potrà che essere più sgradevole.

E se vogliamo aggiungere un tocco di “fantameteo”, ed uscire dai canoni conservativi di approccio scientifico, anche i mesi da luglio a settembre porteranno probabilmente ulteriori calde sorprese. O almeno le possibilità per avere un periodo oltre la media è attualmente del 70%.

Ma l’attendibilità di queste previsioni stagionali, benché pubbliche e disponibili sul sito di MeteoSvizzera , resta limitata,  meglio quindi proseguire verso l’estate senza troppe speculazioni.

Per chi desiderasse approfondire troverà tutte le risposte a questo link: Evoluzione stagionale.