Nella scuola di Arosa è stato individuato un focolaio della nuova variante di coronavirus. Quale misura di protezione, l’Ufficio dell’igiene pubblica dei Grigioni ha chiuso la scuola fino a sabato 6 febbraio 2021, ha disposto test a tappeto per venerdì e sabato e ha introdotto l’obbligo della mascherina sul territorio comunale abitato.

Martedì mattina l’Ufficio dell’igiene pubblica dei Grigioni ha rilevato tre casi della nuova variante di coronavirus nella scuola di Arosa. Nel quadro di uno studio delle insorgenze svolto immediatamente nella scuola interessata sono stati individuati 14 casi, tutti attribuibili alla nuova variante. A tutela della salute della popolazione e degli ospiti, l’Ufficio dell’igiene pubblica ha chiuso la scuola fino a sabato 6 febbraio 2021. Inoltre venerdì 29 e sabato 30 gennaio 2021 nel Comune di Arosa verranno effettuati test a tappeto per la popolazione e gli ospiti. I test PCR verranno svolti in forma analoga a quanto avvenuto nel quadro dei progetti pilota di metà dicembre 2020 nonché dei test a tappeto svolti settimana scorsa a St. Moritz. L’Ufficio dell’igiene pubblica raccomanda vivamente alla popolazione e agli ospiti di Arosa di sottoporsi a questo test. Le esperienze raccolte a St. Moritz mostrano che i test a tappeto aiutano a ridurre in tempi rapidi e in modo duraturo il numero di casi nonché a contenere la nuova variante del virus.

I comprensori di sport invernali di Arosa e Lenzerheide rimangono aperti indipendentemente l’uno dall’altro
La scuola e le strutture di custodia collettiva diurna di Arosa rimarranno chiuse fino a sabato 6 febbraio 2021. Anche le scuole di sci di Arosa per il momento devono sospendere l’attività. Sempre fino a nuovo avviso, sono sospese le attività associative e gli allenamenti a livello giovanile. Inoltre, sull’intero territorio abitato del Comune di Arosa è in vigore da subito l’obbligo di indossare la mascherina. Al fine di evitare un mescolamento tra chi pratica sport invernali, il collegamento tra i due comprensori di Arosa e di Lenzerheide viene chiuso fino a sabato 6 febbraio 2021 compreso. Gli impianti di risalita di Arosa e Lenzerheide rimangono aperti indipendentemente l’uno dall’altro.

L’Ufficio dell’igiene pubblica è preoccupato perché la nuova variante del virus è nettamente più contagiosa della variante finora predominante in tutto il mondo. Esso raccomanda perciò vivamente alla popolazione e agli ospiti di rinunciare a tutti i contatti non indispensabili con altre persone e a rispettare in modo scrupoloso le regole vigenti relative al distanziamento e all’igiene.

Grazie alla strategia di test attiva e alle esperienze fatte con i test pilota, l’Ufficio dell’igiene pubblica e i comuni coinvolti possono attuare in tempi rapidi provvedimenti mirati contro la diffusione della nuova variante di coronavirus ad Arosa. L’Ufficio dell’igiene pubblica si trova in stretto contatto con lo Stato maggiore di condotta comunale di Arosa e all’occorrenza disporrà ulteriori provvedimenti.

I risultati dei test a tappeto non saranno disponibili prima della sera di domenica 31 gennaio 2021.