Le scuole dell’obbligo grigionesi sono da buone a ottime. Ciò è quanto emerge dal rapporto finale cantonale relativo alla valutazione di tutte le scuole dell’obbligo grigionesi. Nel periodo 2015–2020 l’Ufficio per la scuola popolare e lo sport ha valutato tutte le scuole regolari e speciali in conformità al suo mandato legale. L’ispettorato scolastico competente si dichiara soddisfatto dei risultati della verifica.

Tra il 2015 e il 2020 l’ispettorato scolastico dell’Ufficio per la scuola popolare e lo sport (USPS) ha valutato complessivamente 129 unità scolastiche. Con questa verifica esterna l’ispettorato scolastico fornisce un contributo alle pari opportunità e allo sviluppo mirato della scuola. Inoltre la valutazione del Cantone rappresenta un’integrazione al sistema interno di gestione della qualità delle scuole fornendo una prospettiva professionale esterna.

I rapporti all’interno delle scuole grigionesi sono caratterizzati da molta fiducia e stima reciproca.

Ambiente scolastico buono e allievi soddisfatti
Dal ciclo di valutazione 2015–2020 emerge che la stragrande maggioranza degli allievi nonché dei genitori è molto soddisfatta della propria scuola. I rapporti all’interno delle scuole grigionesi sono caratterizzati da molta fiducia e stima reciproca. Oltre all’ambiente scolastico, anche il modo in cui gli insegnanti gestiscono la classe è un presupposto importante affinché gli allievi possano apprendere con profitto. I risultati della valutazione mostrano che gli insegnanti gestiscono le loro classi con un atteggiamento chiaro e coerente, garantendo così che le lezioni possano svolgersi in gran parte senza disturbi. Le lezioni sono ben strutturate e per quanto riguarda l’uso della lingua gli insegnanti svolgono un ruolo di esempio per gli allievi.

I feedback costruttivi e le riflessioni sull’apprendimento favoriscono il processo di apprendimento. In questi settori vi è potenziale di sviluppo. Le scuole ne sono consapevoli e a questo proposito hanno avviato delle iniziative. La collaborazione attiva degli allievi è il punto di forza delle scuole grigionesi. È motivo di soddisfazione che nel confronto a lungo termine di circa 15 anni è riscontrabile un aumento della qualità in tutte le caratteristiche oggetto della valutazione.

Verifica su ampia base
La valutazione scolastica si è concentrata sui settori “Cultura e ambiente scolastici” e “Insegnare e apprendere durante le lezioni”. Valutazioni sull’insegnamento, colloqui tecnici con gli insegnanti nonché sondaggi con allievi, direzioni scolastiche e persone esercitanti l’autorità parentale hanno evidenziato un profilo d’insegnamento variato. Nella verifica sono stati coinvolti ben 2000 insegnanti, più di 18 500 allievi, più di 500 membri del consiglio scolastico, 132 direzioni scolastiche e tutti i genitori.

Grazie alle evidenze raccolte le scuole hanno elaborato un progetto di sviluppo che è stato attuato nel giro di due anni. La valutazione viene sempre portata a termine con l’attività di controlling da parte dell’ispettorato scolastico, il quale fa una valutazione delle misure attuate.

Dal rapporto finale cantonale emerge che il livello di soddisfazione delle persone esercitanti l’autorità parentale nei confronti della relativa istituzione è estremamente alto in tutti i casi.

Valutazione separate delle scuole speciali
Nello stesso periodo l’ispettorato scolastico ha valutato per la seconda volta anche tutte le istituzioni grigionesi dell’istruzione scolastica speciale. Il processo di valutazione delle scuole speciali è stato sviluppato sulla base della procedura per la scuola speciale e in collaborazione con specialisti della Scuola intercantonale di pedagogia curativa di Zurigo. Le condizioni particolari delle istituzioni dell’istruzione scolastica speciale sono state debitamente considerate, per esempio valutando ulteriori settori specifici come l’assistenza e il processo di pianificazione della promozione. Alla valutazione hanno partecipato genitori, bambini e adolescenti nonché collaboratori. Il team di valutazione ha svolto colloqui con tutti gli interessati e ha osservato situazioni relative all’assistenza, alla promozione e all’insegnamento.

Dal rapporto finale cantonale emerge che il livello di soddisfazione delle persone esercitanti l’autorità parentale nei confronti della relativa istituzione è estremamente alto in tutti i casi. I collaboratori si impegnano a fondo per soddisfare le esigenze individuali e specifiche dei bambini e degli adolescenti. Negli ultimi anni in tutte le istituzioni dell’istruzione scolastica speciale il processo di pianificazione della promozione è stato sviluppato e professionalizzato in maniera importante. Vi sono potenzialità di miglioramento quando si tratta di mettere in pratica in modo concreto e pratico gli obiettivi di promozione nei settori dell’insegnamento, dell’assistenza e della terapia. Sulla base dei risultati della valutazione le istituzioni dell’istruzione scolastica speciale hanno elaborato almeno due misure di sviluppo vincolanti che saranno attuate nei prossimi quattro anni nel quadro della relativa pianificazione pluriennale.

I rapporti cantonali si trovano sul sito web dell’Ufficio per la scuola popolare e lo sport.


Allegati:
– Rapporto finale cantonale: scuola regolare 2015-20
– Rapporto finale cantonale: scuola speciale 2015-20