Venerdì mattina diversi alpinisti sono stati colpiti da una valanga durante la salita al Piz Russein a Sumvitg. Due persone sono decedute.

Venerdì mattina alle 9 del mattino sotto il Piz Russein era presente un gruppo quale partito in precedenza dalla Planurahütte. Gli alpinisti hanno superato il passo di sabbia e salendo verso il Piz Russein attraverso il versante sud-ovest. Un lastrone di neve sopra gli alpinisti si è staccato e ha portato con sé due persone, catturati dalle masse di neve, sono stati trascinati per circa 1.000 metri nelle profondità su un terreno ripido e roccioso per poi essere sepolti. Il terzo compagno di montagna non è stato colpito dalla valanga ed è rimasto illeso. L’operazione e’ stata coordinata dal soccorso della REGA /, Heli-Linth AG e swisshelicopter AG con 10 soccorritori di Glarona e cani da valanga, nonché la polizia cantonale dei Grigioni, un ufficiale di volo, un pilota di droni e la polizia alpina quale era in servizio. Il decorso esatto dell’incidente sarà chiarito dal pubblico ministero.