La pandemia di COVID-19 sta causando in tutto il mondo il rinvio di eventi internazionali, tra cui i Giochi olimpici e paralimpici estivi a Tokyo e l’Expo 2020 a Dubai. Il Consiglio federale conferma comunque la propria intenzione di utilizzare anche il prossimo anno, dunque nel 2021, queste due grandi manifestazioni per promuovere la Svizzera e sottolinea l’importanza economica di entrambi gli eventi nell’ottica di una ripresa dei mercati internazionali.

Il Comitato internazionale olimpico (CIO), il Comitato paralimpico internazionale (CPI) e le autorità giapponesi competenti hanno deciso di rinviare di un anno le Olimpiadi estive di Tokyo. I Giochi olimpici si terranno quindi dal 23 luglio all’8 agosto 2021, mentre quelli paralimpici dal 24 agosto al 5 settembre dello stesso anno.

Per quanto riguarda l’Expo 2020 di Dubai, in occasione della riunione del 21 aprile 2020 il Comitato esecutivo dell’Ufficio internazionale delle esposizioni (BIE) ha esortato gli Stati membri ad acconsentire al rinvio della manifestazione al 2021. Si presume che la richiesta verrà accettata dai vari Paesi prima della fine di maggio del 2020.

Questi rinvii comporteranno costi aggiuntivi per la presenza della Svizzera alle due manifestazioni. Il Consiglio federale considera che la presenza della Svizzera a entrambi gli eventi rimarrà, anche l’anno prossimo, un’opportunità per consolidare la posizione del nostro Paese e promuoverne l’economia, in particolare in un contesto post-COVID-19. Per questo il Governo ha confermato la presenza della Svizzera alle due manifestazioni, approvando anche i costi supplementari che derivano dal loro rinvio.

Con la decisione odierna, il Consiglio federale incarica Presenza Svizzera, che fa parte del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), di proseguire i lavori preparatori per la House of Switzerland ai Giochi olimpici di Tokyo e per il Padiglione svizzero a Expo 2020 Dubai con un nuovo budget.

I costi supplementari per la partecipazione ai due eventi ammontano complessivamente a 2 milioni di franchi svizzeri (0,5 mio. per la House of Switzerland a Tokyo e 1,5 mio. per il Padiglione svizzero all’Expo di Dubai) e saranno compensati internamente al DFAE. Gli sponsor di entrambe le manifestazioni hanno confermato il loro interesse a parteciparvi anche nel 2021.