A seguito del rapido aumento del numero di persone contagiate dal coronavirus e che poi si sono ammalate nonché dei provvedimenti per combattere la pandemia di COVID‑19 emanati dal Consiglio federale il 28 ottobre 2020, il Governo ha definito la situazione del Cantone quale situazione particolare.

In tutta la Svizzera il numero di persone contagiate dal coronavirus (COVID‑19) aumenta rapidamente. A seguito di questa evoluzione, il 28 ottobre 2020 il Consiglio federale ha deciso altri provvedimenti che limitano ulteriormente la vita pubblica. La competenza del Consiglio federale per emanare questi provvedimenti risulta dalla situazione particolare proclamata in virtù della legge federale per la lotta contro le malattie trasmissibili dell’uomo (legge sulle epidemie). Anche nel Cantone dei Grigioni il numero di persone contagiate dal coronavirus è di nuovo aumentato in misura importante. Dal punto di vista della condotta il Governo ritiene quindi opportuno proclamare la situazione particolare in virtù della legge sulla protezione della popolazione del Cantone dei Grigioni.

Garantire una procedura uniforme all’interno del Cantone e coinvolgere i comuni
Il numero di casi nel Cantone mostra in modo chiaro che il numero di persone contagiate dal coronavirus è in aumento in tutte le regioni. Da un lato la proclamazione della situazione particolare garantisce una procedura uniforme all’interno del Cantone e dall’altro consente di adottare provvedimenti adeguati in presenza di un rapido aumento del numero di casi a livello locale o regionale. Di conseguenza i comuni sono tenuti ad attivare il proprio stato maggiore di condotta comunale.

La gestione spetta all’Ufficio dell’igiene pubblica
La gestione della lotta alla pandemia di COVID‑19 compete all’Ufficio dell’igiene pubblica. Esso allestirà a destinazione dei comuni un elenco di provvedimenti supplementari per contenere in modo mirato un rapido aumento del numero di contagi che dovesse verificarsi a livello locale o regionale. All’occorrenza i comuni potranno attivare questi provvedimenti, in accordo con l’Ufficio dell’igiene pubblica.

Ulteriori informazioni su www.gr.ch/coronavirus