Berna, 16.08.2021 – Al momento, in Svizzera circa due adulti su tre dai 18 anni in su hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino anti-COVID-19. Coloro che finora hanno aspettato a vaccinarsi sono interpellati direttamente attraverso lo slogan: «Non rimandare: fatti vaccinare.».

Chi si farà vaccinare entro questo autunno aiuterà a contrastare una nuova ondata pandemica e fornirà un contributo per riappropriarsi delle libertà quotidiane. Con questo appello, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) intende ricordare che la vaccinazione è il mezzo più efficace per proteggere se stessi e gli altri da una malattia di COVID-19 e da un suo eventuale decorso grave. La vaccinazione anti-COVID-19 continua a rimanere il provvedimento più importante per ridurre le conseguenze della pandemia. Ogni vaccinazione conta. L’immunizzazione è consentita a partire dai 12 anni di età.

La campagna rammenta a tutti gli adulti e ai giovani che non sono vaccinati o che esitano a farlo che il momento giusto per vaccinarsi è ora, considerando anche il crescente numero di casi e mutazioni. In tutte le regioni della Svizzera vi sono scadenze libere per un appuntamento per la vaccinazione, spesso anche nelle vicinanze del proprio domicilio o del posto di lavoro. Chi procederà alla prima vaccinazione ancora in agosto beneficerà della protezione vaccinale completa entro le vacanze autunnali.

La campagna di informazione sarà ampiamente diffusa mediante manifesti, mezzi pubblicitari sui social, iniziative online e spot televisivi.

Tutte le informazioni per la richiesta di un appuntamento per la vaccinazione anti-COVID-19 sono disponibili sui siti web ufficiali dei Cantoni.