Il Governo ha licenziato il messaggio relativo a una revisione parziale della legge d’applicazione sul collocamento e sull’assicurazione contro la disoccupazione (LAdLC/LADI) a destinazione del Gran Consiglio. La revisione adegua le basi legali cantonali ai nuovi sviluppi a livello federale nel settore dell’e-government nell’assicurazione contro la disoccupazione. I comuni verranno sgravati dai loro compiti esecutivi in questo ambito.

Gli assicurati devono annunciarsi personalmente all’Ufficio di collocamento il prima possibile, tuttavia al più tardi il primo giorno per il quale fanno valere l’assicurazione contro la disoccupazione, e da quel momento devono attenersi alle prescrizioni relative al controllo emanate dal Consiglio federale.

E-government e sgravio per i comuni
A livello federale si sta elaborando la base legale per l’introduzione dell’e-government nell’assicurazione contro la disoccupazione (AD), con l’obiettivo di sgravare tutti gli attori dal punto di vista amministrativo. È previsto che in futuro diverse procedure nell’esecuzione dell’AD vengano svolte in forma elettronica. Anche l’annuncio all’Ufficio di collocamento potrà essere presentato in forma elettronica. Di conseguenza gli uffici comunali del lavoro saranno sgravati dal loro compito di ufficio di annuncio. In futuro l’annuncio dovrà avvenire in forma digitale o personalmente presso l’Ufficio regionale di collocamento (URC) competente.

Vi è da attendersi che con l’introduzione dell’annuncio in forma elettronica l’onere amministrativo in relazione all’annuncio personale sul posto calerà sensibilmente. A ciò sono associate una semplificazione e un’accelerazione delle procedure, fatto che va anche a vantaggio degli assicurati.

Controllo del rispetto dell’obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti
Nel quadro dell’attuazione dell’iniziativa contro l’immigrazione di massa è stato introdotto un obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti nelle professioni o nelle attività nelle quali a livello nazionale il tasso di disoccupazione è uguale o superiore al cinque per cento. Durante tre giorni i disoccupati iscritti agli URC beneficiano del diritto esclusivo di candidarsi per gli impieghi segnalati. Ai datori di lavoro è fatto divieto di pubblicare altrimenti il posto durante questo termine o addirittura di occuparlo.

L’attuazione dell’obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti compete ai Cantoni. L’Ufficio per l’industria, arti e mestieri e lavoro (UCIAML) raccoglie presso l’URC di Coira le segnalazioni nel quadro della procedura obbligatoria di notifica dei posti di lavoro vacanti, ragione per cui i compiti di controllo in questo settore vengono delegati all’UCIAML.