More

    Rafforzamento della collaborazione tra Confederazione, Cantoni e Comuni nel campo dell’«amministrazione digitale»

    Confederazione, Cantoni, Comuni e città rafforzano la collaborazione nella creazione e nella gestione dell’«amministrazione digitale». Il Consiglio federale e l’Assemblea plenaria della Conferenza dei Governi cantonali (CdC) hanno approvato un progetto di ampia portata. Sulla base delle strutture esistenti si intende costruire una nuova organizzazione comune destinata a compiere rapidi progressi soprattutto nell’ambito delle sfide trasversali.

    La trasformazione digitale ha cambiato le abitudini degli utenti in tutti i settori della società e dell’economia. L’amministrazione deve soddisfare nuove esigenze a tutti i livelli statali e mettere a disposizione in maniera rapida ed efficiente le pertinenti prestazioni di servizio. Finora questa fase di sviluppo è stata lenta. Si rendono pertanto necessarie riforme nella creazione e nella gestione dell’«amministrazione digitale». Con la loro decisione comune, il Consiglio federale e la CdC intendono rafforzare a livello istituzionale la collaborazione tra Confederazione, Cantoni e Comuni e porla su nuove basi. In particolare, un’organizzazione comune che goda di ampio consenso dovrà essere in grado di fare fronte alle sfide trasversali fondamentali per riuscire in questo intento, ad esempio l’armonizzazione di progetti legislativi, la determinazione di standard vincolanti nel campo della gestione dei dati, la continuità dei processi come pure l’identificazione e la fornitura di prestazioni di servizi di base come i servizi di gestione delle identità elettroniche. Sono altresì importanti la politica di promozione, l’innovazione e lo scambio di conoscenze e di esperienze.

    Modo di procedere a tappe

    L’amministrazione digitale richiede un’organizzazione trasversale a tutti i livelli statali. Ciò rende ancora più importante discutere e definire continuamente le competenze e le responsabilità della Confederazione nel progetto complessivo. Pertanto si procederà per tappe. La prima (fino al 2022) prevede l’attuazione di una piattaforma politica che sviluppi degli standard, senza competenze ma con un ampio mandato e il diritto di proposta. La seconda comprende una piattaforma politica che definisca standard vincolanti, ad esempio nell’ambito della gestione dei dati. La terza prevede un’autorità con un ampio mandato e competenze pertinenti. Al termine di ogni tappa il Consiglio federale e l’Assemblea plenaria della CdC valutano i risultati raggiunti. In seguito si decide in merito alla tappa successiva.

    Prossime fasi

    Verosimilmente a inizio 2021 il Consiglio federale e la CdC istituiranno una figura preposta all’amministrazione digitale di Confederazione e Cantoni. Un gruppo di lavoro costituito da rappresentanti di e-government Svizzera e della Conferenza svizzera sull’informatica (CSI) come pure da altri esperti di Confederazione e Cantoni elaborerà le basi legali, finanziarie e organizzative per la prima tappa già entro la fine dell’anno. Esse costituiranno le fondamenta per i processi di consultazione e di approvazione a livello federale e cantonale, previsti per la fine del 2021.

    Social

    COVID - ALL COUNTRIES
    623,194,853
    Total confirmed cases
    Updated on 2 October 2022 2:56
    Italy
    22,500,346
    Total confirmed cases
    Updated on 2 October 2022 2:56
    Spain
    13,422,984
    Total confirmed cases
    Updated on 2 October 2022 2:56
    Switzerland
    4,084,307
    Total confirmed cases
    Updated on 2 October 2022 2:56
    Germany
    33,386,229
    Total confirmed cases
    Updated on 2 October 2022 2:56

    Mesolcina in evidenza

    - Pubblicità -

    Altri articoli

    FrenchGermanItalian