Il Governo ha approvato il progetto del Comune di Albula/Alvra relativo alla frana a monte di Brienz/Brinzauls – rilevamento delle basi della frana e ha concesso un contributo cantonale pari a circa 4,05 milioni di franchi.

Nel corso degli ultimi tre anni la parte inferiore della frana, ovvero la cosiddetta “frana paese” è stata analizzata con un rilevamento delle basi su vasta scala. Negli ultimi due anni la frana ha fatto registrare una forte accelerazione. In paese lo scivolamento ha raggiunto una velocità fino a 1,2 metri all’anno. Una zona è considerata di pericolo elevato se la velocità di scivolamento è superiore a 10 centimetri all’anno. Nello stesso periodo anche la frana al di sopra del paese, ovvero la cosiddetta “frana a monte”, ha fatto registrare un’accelerazione. In questo caso le velocità di spostamento ammontano fino a 6 metri all’anno. Non è possibile escludere un franamento.

Le frane di Brienz/Brinzauls sono molto complesse e attualmente rappresentano una delle sfide maggiori nella gestione di movimenti di massa nell’area alpina. Nel quadro del progetto si intende analizzare la presunta interazione tra le due parti della frana al fine di comprenderle meglio. A tale scopo verranno effettuate ulteriori perforazioni nonché ulteriori analisi geologiche e geofisiche. A seguito del pericolo di frana e della velocità di scivolamento è importante che il rilevamento delle basi e in particolare le necessarie perforazioni vengano effettuati già nell’estate del 2020.