Lungo il fianco orientale di una vasta depressione sull’Europa occidentale, affluirà entro questa sera aria calda, umida e molto instabile dal sud della Francia verso la Svizzera.

Temporali violenti da sudovest

Nel corso del tardo pomeriggio e in serata sono attese almeno due linee di instabilità provenienti da sudovest che daranno origine a temporali a tratti violenti. I temporali potranno causare localmente forti piogge, grandine e forti raffiche di vento. Sono attesi  localmente accumuli di 10-25 mm nell’arco di 10 minuti. La grandine potrà assumere dimensioni di alcuni cm e le raffiche di vento potranno raggiungere i 90-120 km/h.

La previsione dei temporali è molto difficile e complessa. I temporali più violenti sono attesi in una fascia che spazia dalla Svizzera romanda alla regione di Basilea. Forti temporali sono tuttavia possibili anche nel Vallese e a Sud delle Alpi.

A Sud delle Alpi, una prima linea di temporali ha attraversato il Ticino e il Moesano nel tardo pomeriggio.  Dopo una tregua, una seconda linea potrebbe seguire nel corso della serata.

Nelle Alpi e nelle Prealpi orientali, l’effetto favonico dovrebbe inibire notevolmente l’attività temporalesca. Anche in queste regioni i temporali non dovrebbero essere di forte intensità.

Fig. 2: riflettività massima del radar prevista dal modello COSMO-1E per oggi pomeriggio alle ore 17.
Le zone di circolazione ciclonale (rettangoli bianchi) aumentano sensibilmente l’instabilità della massa d’aria e contribuiscono a formare delle linee temporalesche.
Fonte: NinJo@MeteoSvizzera
Fig. 3: Mappa delle allerte attive diramate da Meteosvizzera

Sono ben visibili le regioni allertate per possibili temporali violenti.