Da domani, venerdì, e fino a lunedì soprattutto nelle regioni alle basse quote del versante sudalpino saremo confrontati con temperature canicolari: l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera ha quindi emesso un’allerta per canicola di livello 3. Al Sud delle Alpi sono previste temperature massime tra 31 e 33 gradi e minime notturne tra i 18 e i 22 gradi, con un’umidità relativa compresa tra il 35 e il 45%.

Situazione meteorologica

Il vasto e robusto anticiclone centrato sul Mediterraneo, il quale è all’origine della siccità persistente e delle forti ondate di caldo sulle regioni dell’Europa meridionale, tenderà a rafforzarsi determinando l’avvezione di aria ancora più calda verso il nostro Paese e dando quindi origine a condizioni canicolari in alcune regioni svizzere.

Previsioni

A partire da domani venerdì alle basse del Sud delle Alpi, al di sotto degli 800 metri circa, le temperature massime supereranno i 30, toccando localmente valori massimi di 33 gradi. L’umidità relativa sarà generalmente compresa tra il 35 e il 45%. Le temperature minime notturne saranno comprese tra 18 e 22 gradi. Localmente si verificheranno quindi notti tropicali (temperatura minima superiore a 20 gradi). Durante la notte, nelle zone urbane, le temperature minime saranno di alcuni gradi più elevate a causa del raffreddamento notturno meno marcato rispetto alle regioni circostanti.

In base alle informazioni tuttora disponibili, l’ondata di caldo durerà fino a lunedì 16 agosto quando alcuni temporali sulle Alpi potrebbero generare una diminuzione delle temperature. Sull’esatta tempistica del calo termico vi è però ancora incertezza.

Nelle regioni di pianura della Svizzera Romanda, le soglie per la canicola saranno raggiunte solo venerdì e sabato, pertanto per queste regioni viene emesso un avviso di livello 2. Le temperature minime saranno comprese fra 18 e 21 gradi le massime fra 30 e 33 gradi.

Come comportarsi in caso di ondate di caldo

Le alte temperature possono influire sulla salute. Le categorie di persone a rischio comprendono principalmente gli anziani, i malati (cronici), le donne incinte e i bambini piccoli. Questi necessitano di un’attenzione particolare.

Di seguito sono elencate alcune delle raccomandazioni importanti per proteggersi dal caldo:

  • Limitate le attività all’aria aperta al mattino e alla sera.
  • Evitare gli sforzi fisici.
  • Assumere liquidi a sufficienza (almeno 1,5 litri al giorno).
  • Durante o dopo un’attività sportiva compensare la perdita di sali.
  • Sfruttare l’abbassamento della temperatura durante la notte: aerare bene gli edifici.
  • Seguire in ogni caso le raccomandazioni emesse dalle autorità.