Il Governo ha licenziato il messaggio relativo alla revisione parziale della legge d’introduzione al Codice civile svizzero nel settore del registro fondiario a destinazione del Gran Consiglio. In questo modo si intende attuare un incarico del Gran Consiglio che chiede di eliminare la limitazione al numero di interrogazioni relative ai proprietari fondiari.

Dal 2015 nel Cantone dei Grigioni i dati del registro fondiario relativi ai proprietari possono essere consultati pubblicamente in internet tramite il portale di geodati della GeoGR AG (www.geogr.ch). Per garantire la protezione da interrogazioni in serie, il numero di interrogazioni per giorno era stato limitato a cinque.

Abolizione della limitazione mantenendo le direttive di protezione
Nella sessione di dicembre 2019 l’incarico Derungs concernente la consultazione di dati relativi ai proprietari di fondi dal centro di geodati GeoGR è stato trasmesso al Governo. Nell’interesse di una riduzione concreta della burocrazia, il Governo è stato in tal modo incaricato di eliminare la limitazione a cinque interrogazioni al giorno dei dati del registro fondiario.
A questo incarico viene ora data attuazione licenziando il messaggio e la revisione parziale. La limitazione a cinque interrogazioni al giorno viene stralciata dalla legge. Tuttavia, poiché la protezione dalle interrogazioni in serie prescritta dal diritto federale vieta di permettere un numero illimitato di interrogazioni relative ai proprietari fondiari, una determinata limitazione è necessaria. La legge viene perciò completata da una norma secondo la quale il sistema d’informazione deve essere protetto da interrogazioni in serie.

La limitazione a cinque interrogazioni al giorno viene stralciata dalla legge. La legge viene completata da una norma secondo la quale il sistema d’informazione deve essere protetto da interrogazioni in serie.

Variante d’attuazione specifica per utente
Nel messaggio, il Governo propone al Gran Consiglio una variante di attuazione specifica per i vari gruppi di destinatari. Quale novità il numero di interrogazioni dovrà dipendere dalle esigenze degli utenti. Gli utenti occasionali potranno effettuare dieci interrogazioni al giorno. Queste avvengono mediante una domanda di protezione (captcha). Per gli utenti regolari viene messa a disposizione la possibilità di effettuare fino a 50 interrogazioni mediante autenticazione (ad esempio tramite registrazione o codice SMS).
In questo modo è possibile soddisfare la richiesta del Gran Consiglio senza abolire il libero accesso ai dati del registro fondiario, oggi funzionante.