La Svizzera ha partecipato domenica 19 aprile 2020 al vertice dei ministri della sanità del G20. Al centro dei dibattiti, la pandemia di COVID-19. Tematizzati in particolare l’importanza della collaborazione internazionale e il ruolo centrale dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Domenica 19 aprile 2020 si è svolto in videoconferenza il vertice annuale dei ministri della sanità del G20. Su invito dell’Arabia Saudita, che detiene la presidenza di turno, vi ha partecipato anche la Svizzera.

Al centro dei dibattiti, l’attuale emergenza sanitaria legata alla pandemia di coronavirus. Sia i Paesi del G20 che la Svizzera hanno sottolineato l’importanza di unire gli sforzi per lottare contro la malattia. In questo contesto, la Svizzera ha ribadito il ruolo centrale dell’Organizzazione mondiale della sanità nella gestione e nel coordinamento delle strategie internazionali contro le pandemie.

«La lotta contro la COVID-19 richiede solidarietà internazionale e una risposta globale. Questa minaccia può essere combattuta soltanto lavorando insieme», ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset. La collaborazione tra Stati è essenziale non soltanto per gestire meglio i rischi sanitari, sviluppare un vaccino e assicurare la produzione e l’approvvigionamento degli agenti terapeutici e dei dispositivi di protezione necessari per lottare contro la COVID-19, ma anche per arginare i contraccolpi economici della pandemia.

Nell’attuale contesto di crisi, la Svizzera tiene a ricordare la necessità di disporre di sistemi sanitari solidi e di garantire una copertura sanitaria universale nelle situazioni di emergenza in modo che tutti i pazienti abbiano accesso alle cure di cui hanno bisogno.

Tra le priorità della presidenza saudita del G20 figura anche la sicurezza dei pazienti, un tema per il quale la Svizzera s’impegna in modo particolare. La pandemia di CODIV-19 mostra chiaramente l’importanza della prevenzione e del controllo delle infezioni.