I progetti dei Cantoni, dei Comuni, delle città e della società civile per attuare il piano d’azione nazionale contro la radicalizzazione e l’estremismo violento sono sostenuti dalla Confederazione per mezzo di un programma d’incentivazione. A tal fine la Confederazione ha stanziato cinque milioni di franchi da impiegare sull’arco di cinque anni. I primi 23 progetti sono stati sostenuti finanziariamente negli anni 2019 e 2020. Nel 2021 saranno finanziati per mezzo del programma d’incentivazione 15 progetti. Le richieste di sostegno finanziario di progetti da realizzare nel 2022 potranno essere presentate dal 1° aprile 2021.

La Confederazione può sostenere finanziariamente per una durata di cinque anni progetti e programmi dei Cantoni, dei Comuni, delle città e della società civile volti a perseguire l’obiettivo di impedire la radicalizzazione e l’estremismo violento. Il 16 maggio 2018 il Consiglio federale ha adottato l’ordinanza necessaria al riguardo. Negli anni 2019 e 2020 sono stati sostenuti per mezzo del programma d’incentivazione complessivamente 23 progetti portati a termine da autorità cantonali, città e organizzazioni della società civile.

Progetti approvati nel quadro del terzo concorso

Nel quadro del terzo concorso, durato sino a fine giugno 2020, il Segretariato della Rete integrata Svizzera per la sicurezza ha ricevuto numerose richieste presentate in maggior parte da organizzazioni della società civile, ma anche da autorità cantonali e comunali nonché da un’Università.

Nel 2020 sono state selezionate 12 richieste, di cui nove presentate da organizzazioni della società civile, due da città e una proveniente da un’università. Le richieste sono state valutate secondo i criteri seguenti: i progetti dovevano avere una durata limitata, consentire un sostanziale ulteriore sviluppo di progetti o programmi in corso, fornire un contributo concreto all’attuazione di una misura del Piano d’azione nazionale contro la radicalizzazione e l’estremismo violento, presentare un effetto moltiplicatore oppure fungere da esempio, non essere finalizzati unicamente alla lotta contro la radicalizzazione religiosa ed essere conformi al principio della sussidiarietà. I progetti di organizzazioni della società civile devono inoltre essere realizzati in stretta collaborazione con le autorità.

Oltre ai 12 progetti sopra menzionati, tre progetti saranno finanziati nel 2021 nel corso del loro secondo o terzo anno.

Concorsi dei prossimi anni

L’attuazione del programma nazionale d’incentivazione durerà ancora fino alla metà del 2023. Le richieste di sostegno finanziario di progetti da realizzare nel 2022 potranno essere presentate al Segretariato della Rete integrata Svizzera per la sicurezza dal 1° aprile 2021 al 30 giugno 2021. Tutte le informazioni sull’inoltro di richieste di sostegno finanziario e sui documenti necessari si possono trovare sulla pagina web della Rete integrata Svizzera per la sicurezza.