In occasione della sessione di giugno 2020, il Gran Consiglio ha approvato la revisione parziale della legge cantonale sulle foreste (LCFo), che entrerà in vigore il 1° gennaio 2021. Il punto centrale della revisione di legge è la regolamentazione delle competenze in materia di pericoli naturali tra Cantone e comuni.

A seguito della revisione parziale della LCFo l’ordinamento delle competenze sarà disciplinato secondo la cosiddetta gestione integrale dei rischi (GIR) in relazione ai pericoli naturali. Di conseguenza i comuni saranno competenti per la protezione dai pericoli naturali, nella misura in cui la LCFo e la legislazione speciale non dichiarino competenti il Cantone o terze parti. Il Cantone ha elaborato delle basi per la valutazione dei pericoli e dei rischi potenziali a seguito di pericoli naturali. Esso valuta i rischi e identifica possibili misure.

Di conseguenza i comuni saranno competenti per la protezione dai pericoli naturali.

Anche il campo di applicazione dei divieti di accendere fuochi è stato ridisciplinato. In caso di pericolo elevato di incendio di boschi e di campi è proibito accendere fuochi al di fuori degli insediamenti. Per focolari sicuri situati al di fuori dei boschi i comuni possono decidere eccezioni al divieto di accendere fuochi.

La revisione della legge federale sulle foreste comporta inoltre un’integrazione nella legge cantonale sulle foreste secondo la quale i detentori di alberi e altre piante che sono o potrebbero essere infestati da organismi nocivi devono prevenire ed eliminare i danni alla foresta.

Revisione parziale dell’ordinanza cantonale sulle foreste
Oltre alla revisione di legge il Governo ha sottoposto a revisione parziale anche l’ordinanza sulle foreste (OCFo). Questo adeguamento risulta necessario a seguito della revisione della LCFo nonché delle modifiche del diritto a livello federale. Inoltre nella legge federale sulle foreste la Confederazione ha stabilito la formazione minima per operai forestali non qualificati. Gli adeguamenti effettuati hanno snellito notevolmente l’OCFo.

Nuova ordinanza concernente la gestione integrale dei rischi per i pericoli naturali
Le disposizioni esecutive della LCFo sottoposta a revisione concernenti la GIR sono disciplinate nella nuova ordinanza concernente la gestione integrale dei rischi per i pericoli naturali (OGIR). Con l’articolazione in valutazione dei pericoli, valutazione dei rischi e pianificazione delle misure, la struttura dell’ordinanza si basa sulle fasi della gestione integrale dei rischi.

Nella fase di prevenzione il Cantone si occupa dell’elaborazione di basi inerenti i pericoli e i rischi, in particolare del catasto degli eventi e delle opere di protezione nonché delle carte dei pericoli e delle carte indicative dei rischi. Inoltre i comuni possono chiedere al Cantone di occuparsi delle pianificazioni delle misure d’emergenza e della formazione di consulenti locali specializzati in pericoli naturali. Le precedenti Direttive per la pianificazione delle zone di pericolo sono integrate nell’OGIR con disposizioni aggiornate.

Organo: Governo
Fonte: it Governo