Altro

    Le aziende & professionisti di Grigioni News

    Impatto dei grandi predatori sull’agricoltura e l’economia alpestre grigionesi: risultati di un sondaggio online

    - Pubblicità -

    Il sondaggio online svolto su incarico dell’Ufficio per l’agricoltura e la geoinformazione del Cantone dei Grigioni ha evidenziato che la presenza di grandi predatori ha ripercussioni sull’agricoltura e sull’economia alpestre grigionesi. Il sondaggio ha coinvolto 1066 aziende agricole, corrispondente al 57% delle aziende contattate, e ha mostrato che tre quarti di tutte le aziende agricole nel Cantone dei Grigioni sono colpite dalla presenza dei grandi predatori. Mentre gli agricoltori di aziende in valle segnalano degli avvistamenti o un comportamento anomalo degli animali, sugli alpeggi si verificano soprattutto attacchi e predazioni.

    L’analisi dei risultati del sondaggio ha dimostrato che l’agricoltura e l’economia alpestre non sono disposte a rinunciare alla coltivazione del paesaggio culturale e quindi a un’importante base di reddito nonché a un bene culturale tradizionale. Al contrario, esse si adeguano alla nuova situazione adattando la produzione e i processi delle aziende agricole, investendo in misure di protezione del bestiame e riorganizzando la pascolazione sugli alpi. Finora solo in casi singoli sono state adottate misure come la riduzione dell’effettivo di animali o la rinuncia all’estivazione.

    La presenza di grandi predatori ha un impatto diretto sull’allevamento di ovini e caprini, in particolare sul numero di animali estivati. La crescita della popolazione di grandi predatori esercita una pressione sempre maggiore sull’allevamento di ovini e caprini e sull’estivazione, mettendo in discussione il futuro di queste attività. Tuttavia, l’atteggiamento generale nell’agricoltura e nell’economia alpestre grigionesi è positivo, nonostante le preoccupazioni per il futuro.

    Il Consigliere di Stato Marcus Caduff, direttore del Dipartimento dell’economia pubblica e socialità, ha sottolineato che una nuova prospettiva sarà concessa all’agricoltura e all’economia alpestre dalla nuova legislazione sulla caccia se questa permetterà la regolazione proattiva di lupi e branchi di lupi, la quale a sua volta sosterrà le misure di protezione delle greggi dell’agricoltura e dell’economia alpestre.

    In sintesi, il sondaggio online condotto dal Cantone dei Grigioni ha evidenziato che la presenza dei grandi predatori ha un impatto significativo sull’agricoltura e sull’economia alpestre grigionesi. Tuttavia, l’agricoltura e l’economia alpestre si stanno adattando alla nuova situazione adottando misure di protezione del bestiame e riorganizzando la pascolazione sugli alpi. Il futuro dell’allevamento di ovini e caprini e dell’estivazione dipenderà anche dalla nuova legislazione sulla caccia che permetterà la regolazione proattiva dei grandi predatori.

    - Pubblicità -

    Social

    - Pubblicità -

    - Pubblicità -

    Ultimi articoli dalla redazione

    C.L. GIARDINI DI LOUIS CAZZOLA: COSTRUZIONE E MANUTENZIONE DI GIARDINI IN TICINO

    C.L. GIARDINI è un'azienda con una solida esperienza nel settore del giardinaggio, fondata nel...

    ESTETICA LUGANO PER L’ESTATE 2024 CONSIGLIA DI TRATTARE E PROTEGGERE ADEGUATAMENTE LA PELLE DEL VISO

    La Cura del Viso: il nostro biglietto da visita La cura della pelle del viso...

    Troppi dubbi sulla morte del presidente Raisi: cosa ha causato l’incidente dell’elicottero?

    Morto il presidente iraniano Ebrahim Raisi: il suo corpo è stato recuperato. Altre sette...

    Sciame sismico ai Campi Flegrei: il più forte terremoto da 40 anni

    La zona dei Campi Flegrei è stata colpita da uno sciame sismico di notevole...

    _