Altro

    Le aziende & professionisti di Grigioni News

    Fine del trattamento prioritario per le domande di visto dei terremotati in Turchia e Siria

    - Pubblicità -

    La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha annunciato la fine del trattamento prioritario per le domande di visto presentate dalle vittime dei terremoti in Turchia e Siria. La procedura celere di rilascio dei visti, che permetteva ai terremotati di trovare alloggio presso i propri familiari in Svizzera, non sarà più applicata a partire dal 12 maggio 2023.

    Nonostante oltre 300 persone abbiano beneficiato della procedura celere, il numero delle domande è in costante diminuzione. Al 28 aprile 2023 sono state depositate 647 domande di visto prioritarie, di cui 96 sono state respinte e 241 sono ancora pendenti. La SEM ha deciso di sospendere il trattamento prioritario poiché il quadro non è più urgente.

    Le eventuali domande per un visto Schengen potranno essere depositate nell’ambito di una procedura ordinaria. Tuttavia, resta possibile trattare una domanda di visto secondo la procedura celere in caso di urgenza.

    La Svizzera continua a fornire sostegno alle popolazioni colpite dai terremoti in Turchia e Siria, portando avanti il proprio impegno nei due Paesi.

    - Pubblicità -

    Social

    - Pubblicità -

    - Pubblicità -

    Ultimi articoli dalla redazione

    Carpenteria Parini Sagl – Serietà a competenza al servizio del cliente

    La Carpenteria Parini Sagl opera da molti anni nel settore delle lavorazioni del legno...

    Coira: Truffa telefonica – Importante somma di denaro ceduta a uno sconosciuto

    Il 10 aprile 2024, martedì pomeriggio, a Coira, una donna è stata vittima di...

    Il Governo svizzero aggiorna le misure di assistenza alle vittime in risposta all’aumento dei prezzi

    Il Consiglio federale risponde all'aumento dei prezzi: durante la sua riunione del 10 aprile...

    Il Consiglio federale avvia il processo consultivo per l’assistenza finanziaria all’Istituto del federalismo

    In risposta alla richiesta del Parlamento, il Consiglio federale ha avviato la procedura consultiva...

    _