Altro

    Le aziende & professionisti di Grigioni News

    Crisi climatica e ambientale Quali scenari per il futuro?

    - Pubblicità -

    Quali sono i rischi climatici che corriamo in un futuro molto vicino? Se l’Accordo di Parigi non sarà rispettato al più presto, ci aspetta un aumento termico globale fino a 5 gradi entro fine secolo, più ondate di calore africano, desertificazione e siccità, incendi boschivi, eventi estremi, alluvioni, come quella che ha devastato pochi giorni fa l’Emilia Romagna, tempeste più frequenti, e un aumento del livello del mare di oltre un metro. Perdite di produzione agricola, danni alle infrastrutture e alle persone e migrazioni epocali. E oltre al riscaldamento globale ci sono altri rischi ambientali importanti, come la perdita di biodiversità e l’inquinamento di acqua, aria e suoli. È il nuovo periodo geologico recente chiamato Antropocene, nel quale le attività di otto miliardi di umani rischiano di rendere il nostro pianeta ostile alla vita delle generazioni più giovani. La possibilità di ridurre i danni esiste ancora, ma richiede uno sforzo rapido e imponente, il passaggio dalle energie fossili a quelle rinnovabili, una maggior efficienza nell’uso delle materie prime e un ripensamento della crescita economica che non può essere considerata infinita in un mondo dalle dimensioni limitate.

    Di tutto ciò ne parleremo con Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana e giornalista scientifico, venerdì 9 giugno, alle ore 20.30 al Punto Rosso di Poschiavo. L’iniziativa si inserisce nella rassegna “Risorse per il futuro Il valore dell’acqua e la coscienza dell’abitare“, ed è realizzata da Pgi Valposchiavo in collaborazione con Musei Valposchiavo, Valposchiavo Turismo, Giardino dei Ghiacciai di Cavaglia, Polo Poschiavo, associazione riverbero e le scuole di Poschiavo. Durante la giornata del 9 giugno, Luca Mercalli incontrerà anche i ragazzi delle scuole secondarie con un appuntamento loro dedicato dove si parlerà di educazione alla sostenibilità ambientale, degli scenari futuri determinati dalla crisi climatica e delle soluzioni che ancora possono essere adottate.

    LUCA MERCALLI

    Luca Mercalli (Torino, 1966), climatologo, master in scienze della montagna all’Université de Savoie-Mont-Blanc, direttore della rivista Nimbus, presiede la Società Meteorologica Italiana, associazione nazionale fondata nel 1865. Si occupa di ricerca su climi e ghiacciai alpini, insegna sostenibilità ambientale in scuole e università in Italia (Università di Torino-SSST), Svizzera e Francia e la pratica in prima persona, vivendo in una casa a energia solare, viaggiando in auto elettrica e coltivando l’orto. È stato consulente dell’Unione Europea e consigliere scientifico di ISPRA-Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Per RAI ha collaborato a “Che tempo che fa”, “Scala Mercalli” e “TGMontagne” e Rainews24. Editorialista per Il Fatto Quotidiano, ha lavorato prima a La Repubblica e poi a La Stampa ed ha al suo attivo migliaia di articoli e oltre 2800 conferenze. Tra i suoi libri: Filosofia delle nuvole (Rizzoli), Viaggi nel tempo che fa (Einaudi), Prepariamoci (Chiarelettere), Non c’è più tempo (Einaudi), Il clima che cambia (BUR), Salire in montagna (Einaudi), il libro per bambini Uffa che caldo (ElectaKids) e il fumetto Il tuo clima (TataiLab).

    Crisi climatica e ambientale Quali scenari per il futuro?

    con LUCA MERCALLI

    Venerdì 9 giugno 2023, ore 20.30 Punto Rosso, Poschiavo

    Ingresso libero

    Per il sostegno si ringraziano Promozione della Cultura Cantone dei Grigioni, Promozione della Cultura Comune di Poschiavo, Raiffeisen, Repower.

    Per informazioni: valposchiavo@pgi.chwww.pgi.ch – +41 (0)81 834 63 17

    - Pubblicità -

    Social

    - Pubblicità -

    - Pubblicità -

    Ultimi articoli dalla redazione

    500 Anni del Libero Stato delle Tre Leghe – Dieta a Ilanz/Glion

    Con il tema "Gettare ponti insieme e vivere la storia", il 1° e 2...

    Campagna nazionale e internazionale per la misurazione aerea della radioattività

    La Centrale nazionale d’allarme (CENAL) dell’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) effettuerà i...

    Canton Giura: condizioni disumane e degradanti nel carcere di Porrentruy

    Durante un colloquio bilaterale tenutosi lunedì 5 febbraio 2024, la Commissione nazionale per la...

    Rapporto sugli appalti pubblici USTRA 2023

    Nel 2023, l'Ufficio federale delle strade (USTRA) ha assegnato 2739 appalti per un valore...

    _