Altro

    Le aziende & professionisti di Grigioni News

    Forze aeree svizzere partecipano all’esercitazione multinazionale di elicotteri “Hotblade” in Portogallo

    - Pubblicità -

    Le Forze aeree svizzere parteciperanno all’esercitazione multinazionale di elicotteri “Hotblade” in Portogallo dal 7 al 21 giugno 2023. Questa esercitazione è un’opportunità per i militari delle Forze aeree svizzere di confrontare le loro capacità tattiche con altre nazioni e migliorare l’interoperabilità. Inoltre, i piloti svizzeri di elicotteri avranno l’opportunità di approfondire le loro conoscenze e competenze in materia di cooperazione transnazionale, nonché di consolidare le procedure di trasporto aereo tattico sia in aria che in collaborazione con le truppe di terra in condizioni difficili come alte temperature, ambienti polverosi e topografia montuosa.

    La partecipazione della Svizzera all’esercitazione multinazionale di elicotteri “Hotblade” è una prima assoluta. Un totale di 32 militari dell’Esercito svizzero si recheranno in Portogallo, tra cui 10 piloti, 3 loadmaster, 2 ufficiali informatori, 5 meccanici, 7 agenti di polizia militare e 5 collaboratori dello stato maggiore per il supporto alle missioni. L’esercitazione di elicotteri è organizzata dalle Forze aeree portoghesi come membro e per conto dell’Agenzia europea per la difesa (European Defence Agency’s Helicopter Exercise Programme EDA-HEP).

    L’obiettivo dell’esercitazione multinazionale di elicotteri “Hotblade” è allenare le procedure tattiche del trasporto aereo oltre i confini nazionali (scenario joint force operating), scambiarsi esperienze e conseguire un’armonizzazione delle capacità. In totale saranno presenti sei Paesi con circa 20 elicotteri e diverse centinaia di partecipanti. La partecipazione si basa sull’adesione all’Helicopter Exercise Programme (HEP) approvato dal Consiglio federale per gli anni 2021-2023.

    Le Forze aeree svizzere hanno possibilità limitate di allenamento in Svizzera, secondo gli standard internazionali vigenti. Ciò è dovuto a settori d’allenamento ristretti e scarsamente disponibili, orari di volo limitati, restrizioni nel numero di movimenti aerei presso gli aerodromi, intenso traffico aereo sopra la Svizzera e l’elevata densità di insediamenti con conseguente tutela della popolazione dall’inquinamento fonico.

    - Pubblicità -

    Social

    - Pubblicità -

    - Pubblicità -

    Ultimi articoli dalla redazione

    500 Anni del Libero Stato delle Tre Leghe – Dieta a Ilanz/Glion

    Con il tema "Gettare ponti insieme e vivere la storia", il 1° e 2...

    Campagna nazionale e internazionale per la misurazione aerea della radioattività

    La Centrale nazionale d’allarme (CENAL) dell’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) effettuerà i...

    Canton Giura: condizioni disumane e degradanti nel carcere di Porrentruy

    Durante un colloquio bilaterale tenutosi lunedì 5 febbraio 2024, la Commissione nazionale per la...

    Rapporto sugli appalti pubblici USTRA 2023

    Nel 2023, l'Ufficio federale delle strade (USTRA) ha assegnato 2739 appalti per un valore...

    _